Serbia, cooperazione con Bosnia per sicurezza fiume Drina

I ministri dell’Agricoltura e Tutela ambientale della Serbia, Branislav Nedimovic, e del Commercio e Relazioni economiche esterne della Bosnia ed Erzegovina, Mirko Sarovic, hanno siglato a Belgrado un Accordo di cooperazione tra i due Paesi sul progetto di gestione del bacino del fiume Drina.

L’ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) informa che il progetto sarà realizzato in quattro anni, prevede la realizzazione di un sistema di preavviso delle inondazioni ed è finanziato dalla Banca mondiale attraverso il Fondo speciale per i cambiamenti climatici (Sccf).

Il Fondo contempla uno stanziamento di oltre 8 milioni di euro per la gestione del bacino idrografico del fiume Drina, da utilizzare in Serbia, Montenegro e Bosnia ed Erzegovina. Di tale somma oltre 2.400.000 euro sono destinati alla Serbia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi