SHARING ECONOMY. IL COMUNE SOSTIENE LE IMPRESE CHE FANNO RETE

Assessore Tajani: “300mila euro per aiutare le piccole imprese a crescere e svilupparsi all’interno di un circolo virtuoso”
Milano – Costruire una rete di imprese per attivare nuovi modelli imprenditoriali organizzati, condividere esperienze e aumentare la competitività sul mercato. Nasce con questo obiettivo “Startup in rete”, l’iniziativa di sostegno economico che il Comune di Milano ha riservato alle micro e piccole imprese, che negli ultimi anni faticano a mantenere la propria posizione sul mercato, a causa di azioni poco incisive e dispersive e spesso poco finalizzate sul territorio.

Fino al 31 dicembre 2015 imprese individuali (micro o piccole) e reti d’imprese costituite da meno di 48 mesi e regolarmente iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio potranno presentare le proprie candidature per avere accesso al contributo messo a disposizione dall’Amministrazione comunale.

“Abbiamo stanziato 300mila euro – ha spiegato l’assessore alle Politiche per il lavoro e Sviluppo economico Cristina Tajani – di cui 250mila in conto capitale per spese d’investimento e 50mila in spesa gestionali per aiutare le piccole imprese a collocarsi in un circolo virtuoso di collaborazioni in rete, che possa portarle a crescere e a svilupparsi. La condivisione sociale è la base dell’economia del futuro e l’Amministrazione, con questa iniziativa, dimostra ancora una volta la sua attenzione nei confronti di nuovi modelli di economia, sempre più sociale e condivisa”.

Tutte le domande saranno valutate sulla base di alcuni criteri: la chiarezza nell’esposizione della propria attività, il carattere innovativo del progetto imprenditoriale, la sostenibilità dell’impresa, la capacità di attuare percorsi di partnership o contratti di rete in relazione al servizio erogato e l’impatto sociale e occupazionale del progetto.

Le imprese che si aggiudicheranno il bando avranno diritto al contributo economico (fino ad un massimo di 15mila euro nella misura massima del 50% di tutti i costi ammissibili) e potranno accedere per quattro mesi ai servizi di accelerazione d’impresa di FabriQ, l’incubatore di innovazione sociale del Comune di Milano in via Val Trompia. Saranno previsti, inoltre, percorsi di formazione e informazione con particolare riferimento alla sharing economy, servizi di consulenza su finanziamenti per l’innovazione, oltre che supporto per la ridefinizione del business plan e supporto effettivo alla creazione della rete d’impresa.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi