Si rafforza il positivo rapporto tra la Magistratura e la Regione Toscana

ROMA – Una firma che rafforza il positivo rapporto di collaborazione tra la Regione Toscana e la Magistratura. È questa l’opinione del presidente della Regione Toscana sul protocollo d’intesa per l’assegnazione temporanea di personale regionale presso gli uffici giudiziari di Firense e Massa, che ha firmato questa mattina al Ministero della Giustizia.

Il presidente ha sottolineato come siano numerosi i progetti di questo tipo che la Regione ha in corso, da quello per il rafforzamento dei controlli sulla sicurezza del lavoro a Prato, Pistoia, Firenze ed Empoli, all’opera avviata nell’area apuana per la sicurezza del lavoro nelle cave di marmo, all’impegno per la repressione delle frodi agroalimentari nella Toscana del sud.

Con la firma di oggi, grazie al distacco presso i Tribunali e le Procure di Massa e Firenze di circa trenta dipendenti regionali, il lavoro della Magistratura verrà snellito. Un dato molto positivo perché, come ha fatto notare il presidente, se la Giustizia funziona è un bene per tutti: per i cittadini, per l’economia, per la sicurezza in generale e per avere una vita più serena.

Fino a questo momento sono 65 i dipendenti regionali che hanno scelto di essere comandati presso le Procure. E sono circa 360 i giovani che vi hanno fatto stages o svolto il servizio civile. La Regione ha finanziato anche borse di studio per svolgere esperienze formative nel settore dell’amministrazione della Giustizia.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi