Silence , La Musica di un Artista silenzioso

Calogero Villareale, in arte Silence, nasce a Catania il 23 settembre 1977. Inizia la sua attività musicale da giovanissimo quando, per il suo decimo compleanno, gli viene donata la sua prima chitarra classica, cominciando ad imparare, da autodidatta, i vari accordi, i giri e le scale armoniche. Per lui la musica diventava un vero stile di vita ma nonostante l’età capiva dentro di sé che la chitarra classica non era il suo vero strumento. e fu così che dopo un paio di anni, trovatosi occasionalmente dentro una sala prove di una band di in
un piccolo paese dell’entroterra siciliano, si innamorò di quello che diventerà il suo vero strumento musicale: la tastiera elettronica. In quella prima occasione sentii i suoni prodotti da quella semplice tastiera con mini tasti che erano per lui, giovane musicista intraprendente, qualcosa di magico, qualcosa da dover raggiungere ed allo stesso tempo sviluppare. E fu quel giorno, al termine delle prove di quella band, il tastierista gli propose un affare: la vendita di quella piccola tastiera per poche decine di migliaia di lire. Non si fece
perdere l’occasione! Spese i pochi risparmi di ragazzino per comprarsi quello strumento e subito cominciò a studiarlo! Ciò che imparò con la chitarra lo riprese su quella tastiera con ogni suono disponibile ed in pochissimo tempo ebbe padronanza di quella tastiera. La sua fantasia riusciva a volare ad ali spiegate grazie a quei suoni a sua disposizione e non ci mise molto a creare delle semplici melodie che lui stesso vantava di aver “composto”. E si… il giovanissimo Silence, con quello che aveva a disposizione, ovvero quella
tastiera ed un registratore a nastro, cominciava a concretizzare le sue idee musicali benché zeppe di errori ed imperfezioni. A lui non importava se quei suoi “capolavori” fossero pieni di errori.. sapeva di commetterne ma andava comunque fiero di ciò che creava. Crescendo, il giovane artista esigeva di nuovi suoni, di un nuovo strumento.
Quel suo primo strumento, quel “giocattolo” (perchè di un giocattolo effettivamente si trattava!) non era più sufficiente. Aveva bisogno di un “giocattolo più grande”. E man mano che cresceva , anche il suo modo di creare diventava più affinato. Poi la scoperta: la computer music! Tra la fine degli anni ’80 ed i primi anni ’90 i PC erano abbastanza limitati rispetto a ciò che la tecnologia riesce ad offrire oggi così come i software dedicati alla composizione musicale. Lui si dilettava con un programma a 4 tracce ed i risultati erano ovviamente molto limitati. Poi l’evoluzione di quel programma a 32 tracce e già cominciano a sentirsi, benché sempre con certi limiti, lavori più complessi. Ma ciò che ha sempre caratterizzato la musica creata da quel giovane artista era quel saper fondere i vari stili musicali dei grandi artisti tra cui J.M.Jarre, Vangelis, Alan Parsons, Mike Oldfield e tanti altri. Arriviamo nel 2000, quando decide di iscriversi alla S.I.A.E. quale “compositore melodista non trascrittore”. Successivamente , nell’anno 2001 viene invitato alla X edizione della premiazione “Torre d’Argento” in Santa Maria di Licodia (CT) ove propose il suo primo “vero” brano da lui composto dopo l’iscrizione in SIAE: Waves. L’anno successivo venne invitato nuovamente all’edizione successiva di quella premiazione ma questa volta da premiato per la migliore colonna sonora teatrale per essere riuscito a plasmare la musica da folklore e la musica elettronica con l’ausilio di una coreografia caratterizzata dai “giganti calabresi” in un contesto di un ballo moderno. Tra varie collaborazioni
artistiche con etichette discografiche ed artisti elettronici, arriviamo nel 2007 ovvero l’anno del progetto Shared Emotions che troverà massimo picco nel 2012 quando Silence, insieme al chitarrista catanese Vince Mc Stross, suonerà il suo brano in uno dei più bei teatri di Catania: il teatro Metropolitan. Tra il 2008 ed il 2009 elabora una serie di brani del suo “maestro” Jean Michel Jarre e li racchiude nell’album “Silence plays Jean Michel Jarre” edito dall’Azzurra Music e pubblicato dalla stessa nel mese di dicembre 2009.Sempre nel 2009 compone la colonna sonora del film cortometraggio “Il Commissario Valenti – Come Marionette”, prodotto e curato da Mario Bruno.
Nel 2010 Silence pubblica in digitale l’albun VENIERO, 9 brani che hanno fatto da colonna sonora all’indimenticabile documentario che racconta la storia del Regio Sommergibile “Sebastiano Veniero”. Sempre nel 2010 “Silence plays Jarre” viene distribuito in digitale e contestualmente nasce il progetto “Sound of Elecronic”, raccolta di brani
puramente elettronici con sonorità industriali e sperimentali. Il 2011 vede nascere uno dei più bei lavori dell’artista digitale: “LA CAREZZA DI UNA NUVOLA”, distribuito in digitale ed in CD fisico, album di una certa levatura artistica resa grazie alla collaborazione dei chitarristi Stefano Locri (Mad Vintage Rock) e Massimo Lafronte. Ad arricchire il progetto è bastata la mano della pittrice Carmen Gravagna che ha realizzato la copertina dell’album. L’anno termina con il live Veniero tenutosi presso il Circolo Ufficiali della
Marina Militare di Augusta (SR).  Ed arriviamo al 2013, l’anno di CHAOS, progetto musicale la cui copertina è stata realizzata dall’artista pugliese Katiuscia Ingrosso. Il perchè di quel titolo è dettato dall’ascolto dei suoni e delle atmosfere che arricchiscono i 12 brani dai generi che variano dalla classica all’elettronica insigniti da un insolita armonia che plasma un “chaos” di melodie. E’ facile passare dall’elettronica di Plastic Love alla classica di Valenti’s Theme alla dance di Inside the Stars alle dolci armonie di Ninna Nanna, il brano di Christian Stefanoni riproposto dall’artista “silenzioso” che ha ideato l’intero progetto componendo nuovi brani e rielaborandone altri.
Il biennio 2014/2015 è un continuo susseguirsi di pubblicazioni artistiche concretizzate nei singles September e Photomaniac, nell’EP Memories of a Blade (realizzato con la collaborazione di Christian Stefanoni, Massimo Lafronte ed il gruppo rock Mad Vintage) e l’album Where are You? .
Cosa verrà presentato al Reload Music Festival 2016? Silence ha intenzioni di regalare un vero spettacolo di musica elettronica a partire della “prima” del suo progetto Behind the Stars per continuare il suo video music show suonando i suoi brani più celebri sino ad ora pubblicati … Stay Tuned!

Christian STEFANONI



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi