Sindaco e consiglio, si vota domenica 11 giugno dalle 7 alle 23

I numeri: sono chiamati alle urne 71187 comaschi, 74 i seggi nelle scuole, 4 i seggi speciali
COMO –  Domenica 11 giugno dalle ore 7 alle ore 23 si vota per l’elezione del sindaco e del consiglio comunale. L’eventuale ballottaggio avrà luogo domenica 25 giugno, sempre dalle ore 7 alle ore 23. Le operazioni di scrutinio avranno inizio al termine delle operazioni di voto e quindi dalle ore 23 di domenica 11 giugno ed eventualmente dalle ore 23 del 25 giugno.

COME SI ELEGGE IL SINDACO

L’elezione del sindaco è contestuale a quella del consiglio comunale. Ciascun candidato alla carica di sindaco deve dichiarare, all’atto della presentazione della candidatura, il collegamento con una o più liste presentate per l’elezione del consiglio comunale. È eletto sindaco il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi. Nel caso in cui nessun candidato ottenga tale risultato si procede ad un secondo turno di votazione. Sono ammessi al ballottaggio i due candidati che hanno ottenuto al primo turno il maggior numero di voti. In caso di parità di voti tra i candidati, è ammesso al ballottaggio il candidato collegato con la lista o il gruppo di liste per l’elezione del consiglio comunale che abbia conseguito la maggiore cifra elettorale complessiva. A parità di cifra elettorale, partecipa al ballottaggio il candidato più anziano di età. Per i candidati ammessi al ballottaggio rimangono fermi i collegamenti con le liste dichiarati al primo turno. Essi hanno tuttavia facoltà, entro sette giorni dalla prima votazione, di dichiarare il collegamento con ulteriori liste rispetto a quelle con cui è stato effettuato il collegamento nel primo turno. Al secondo turno di votazione è proclamato eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti.

COME SI ELEGGE IL CONSIGLIO COMUNALE

L’attribuzione dei seggi al consiglio comunale viene effettuata dopo l’elezione del sindaco, al termine del primo o del secondo turno di votazione, con l’assegnazione del premio di maggioranza alla lista o gruppo di liste collegate al candidato sindaco eletto. Al riparto dei seggi non sono ammesse le liste di candidati che abbiano ottenuto al primo turno di votazione meno del 3% dei voti validi e che non appartengano a nessun gruppo di liste che abbia superato tale soglia. A ciascuna lista o gruppo di liste i seggi sono assegnati proporzionalmente con il metodo delle divisioni successive (metodo d’Hondt), dividendo successivamente per 1, 2, 3… la cifra elettorale di ciascuna lista o gruppo di liste collegate sino alla concorrenza dei seggi da assegnare. Quindi tra i quozienti così ottenuti si scelgono i più alti in numero pari ai consiglieri da eleggere, disponendoli in una graduatoria decrescente e a ciascuna lista o gruppo di liste sono assegnati tanti seggi quanti sono i quozienti ad esso appartenenti, compresi nella graduatoria. A parità di quoziente, nelle cifre intere e decimali, il seggio è attribuito alla lista o gruppo di liste che ha ottenuto la maggiore cifra elettorale e, a parità di quest’ultima, per sorteggio. Se un candidato alla carica di sindaco è proclamato eletto al primo turno, alla lista o al gruppo di liste ad esso collegate, che non abbiano già conseguito il 60% dei seggi del consiglio, ma abbiano ottenuto almeno il 40% dei voti validi, viene assegnato il 60% dei seggi, sempre che nessuna altra lista o altro gruppo di liste collegate abbia superato il 50% dei voti validi. Qualora un candidato alla carica di sindaco sia proclamato eletto al secondo turno,alla lista o al gruppo di liste ad esso collegate che non abbiano già conseguito almeno il 60% dei seggi del consiglio, viene assegnato il 60% dei seggi, sempre che nessuna altra lista o altro gruppo di liste collegate al primo turno abbia già superato nel turno medesimo il 50% dei voti validi. Determinato il numero di seggi spettanti a ciascuna lista o gruppo di liste, sono, in primo luogo, proclamati consiglieri i candidati a sindaco non eletti, collegati a lista che abbia ottenuto almeno un seggio; nel caso di collegamento a più liste, il seggio per il candidato sindaco è detratto dai seggi attribuiti complessivamente al gruppo di liste collegate. Sono proclamati consiglieri i candidati di ciascuna lista secondo l’ordine delle rispettive cifre individuali costituite dalla cifra di lista aumentata dei voti di preferenza; in caso di parità, sono proclamati i candidati che precedono nell’ordine di lista.

MODALITÀ DI VOTO

La scheda reca i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di sindaco, scritti entro un apposito rettangolo, al cui fianco sono riportati i contrassegni della lista o delle liste con cui il candidato è collegato. L’elettore può votare: • per una delle liste, tracciando un segno sul relativo contrassegno; il voto così espresso si intende attribuito anche al candidato sindaco collegato; • per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, non scegliendo alcuna lista collegata; il voto così espresso si intende attribuito solo al candidato alla carica di sindaco; • per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una delle liste collegate tracciando un segno sul relativo contrassegno e il voto così espresso si intende attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista collegata; • per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una lista non collegata tracciando un segno sul relativo contrassegno e il voto così espresso si intende attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista non collegata (cosiddetto “voto disgiunto”). L’elettore potrà, altresì, manifestare fino a un massimo di due preferenze per i candidati alla carica di consigliere comunale, segnando, sull’apposita riga stampata sulla destra di ogni contrassegno di lista, il nominativo (solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome e, ove occorra, data e luogo di nascita) del candidato preferito appartenente alla lista prescelta. Le due preferenze possono essere espresse solo se si tratta di candidati di sesso diverso tra loro e appartenenti alla stessa lista. Nel caso in cui l’elettore esprimesse due preferenze per candidati dello stesso sesso, la seconda preferenza espressa sarà annullata. ELETTORI Sono elettori tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età entro l’11 giugno 2017. Sono, altresì, elettori i cittadini di uno Stato membro dell’Unione europea residenti nel comune che abbiano presentato apposita istanza al sindaco, entro il quarantesimo giorno antecedente quello della votazione. Il numero complessivo degli elettori (aggiornato a 15 giorni dal voto) è di 71187 aventi diritto al voto, di cui 33.840 uomini e 37.347 donne; di questi sono residenti all’estero 3863 uomini e 3662 donne (per un totale di 7525). I cittadini comunitari che hanno chiesto di votare alle amministrative sono in tutto 80, 19 uomini e 61 donne. Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Inghilterra, Grecia, Irlanda, Lituania, Lettonia Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia e Spagna i paesi di origine. Sette, infine, i cittadini comaschi (4 donne e 3 uomini) che si sono trasferiti a Bolzano e che sono ancora iscritti nelle liste aggiunte del Comune di Como (è necessario aver completato il periodo di 4 anni di residenza ininterrotta) SEGGI I seggi sono in tutto 78, 4 dei quali sono i cosiddetti seggi speciali (ospedale Valduce, Villa Aprica, casa di riposo Celesia -Camelie, carcere). Ogni seggio avrà un presidente e 4 scrutatori (1 presidente e 2 scrutatori per i seggi speciali). Il compenso per i presidenti sarà di 150 euro (90 euro se presidente di un seggio speciale), 120 euro per gli scrutatori (61 euro per gli scrutatori dei seggi speciali).

INFORMAZIONI

Per ogni informazione relativa alle elezioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Elettorale ai seguenti numeri 031/25 22 41, 031/25 22 62.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi