Sistemazione idraulica e forestale, sei milioni dal Fondo Europeo

Manutenzione e prevenzione sono fattori importanti, anche nell’ambito più ampio della Protezione civile. Per questo in Trentino si continua ad investire nella sistemazione idraulica e forestale del territorio, anche con risorse che arrivano dall’Europa. Con un provvedimento proposto dall’assessore all’ambiente, la Giunta provinciale ha individuato oggi, nell’ambito dei Piani degli interventi in materia di sistemazione idraulica e forestale 2010 – 2013 e 2014 – 2018, gli interventi che saranno cofinanziati, per una cifra complessiva di sei milioni di euro, dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) della Provincia Autonoma di Trento per il periodo 2014 – 2020. L’attività rientra tra le competenze del Servizio Bacini montani.

Il Programma Operativo del Fesr 2014 – 2020, prevede infatti, dopo la recente modifica dello scorso settembre, un’azione specifica “ volta al finanziamento di interventi di sistemazione idraulica e forestale per la messa in sicurezza dei territori più esposti a rischio idrogeologico, con interventi di manutenzione straordinaria di arginature e tratti di corsi d’acqua, con lo scopo di assicurare la laminazione dei deflussi e il contenimento delle portate di piena, nonché creare le condizioni di equilibrio fra i fenomeni erosivi ed il trasporto a valle dei sedimenti lungo il reticolo idrografico”. Una parte degli interventi, oggetto del cofinanziamento con fondi europei per 6 milioni di euro e che hanno un importo complessivo di progetto di oltre 9.700.000 euro, riguarda interventi in parte programmati nell’ambito del vigente Piano degli interventi di sistemazione idraulico e forestale 2014-2018, e in parte programmati nell’ambito del precedente Piano degli interventi di sistemazione idraulico e forestale 2010-2013.

Gli interventi oggetto del provvedimento di oggi riguardano il fiume Adige, a Trento, il torrente Albola a Riva del Garda, il fiume Fersina a Trento, il rio Val di Ronco a Cavalese, il fiume Brenta a Levico e Caldonazzo.
La rimanente parte degli interventi, per un cofinanziamento complessivo Fesr che sarà di 3 milioni di euro, sarà programmata nell’ambito del prossimo aggiornamento del Piano degli interventi 2014-2018 in materia di sistemazione idraulica e forestale, previsto nel corso del 2018. Per la parte non finanziata con fondi europei sarà finanziata con risorse provinciali.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi