SS 275: Vittoria dei cittadini onesti

De Lorenzis (M5S): Finalmente un percorso di legalità e speriamo di partecipazione

Anas, in ossequio alla sentenza del Consiglio di Stato e al procedimento dell’Anac, ha valutato che, per garantire il migliore utilizzo delle risorse pubbliche, il massimo livello di trasparenza e il più ampio livello di partecipazione, si debba procedere alla revoca di tutti gli atti del procedimento concorsuale per l’affidamento dei lavori. Obiettivo dell’Anas, è rispondere a mutate esigenze progettuali emerse sotto il profilo della sostenibilità tecnico/economica/ambientale, garantire più celere avvio dei lavori e il contenimento della spesa pubblica oltre che ripristino della regolarità dell’appalto. Sull’argomento interviene il deputato pugliese Diego De Lorenzis, capogruppo del M5S in Commissione Trasporti alla Camera.

“L’Anas” – dichiara il portavoce M5S Diego De Lorenzis – “ha dato ragione ai cittadini che per anni hanno lottato contro “la vergogna delle vergogne” e ovviamente all’unica forza politica che in tutte le sedi anche istituzionali è stata loro accanto per difendere il principio di legalità e di trasparenza: il M5S! Abbiamo avuto ragione su tutto, i politicanti di professione e i loro amici hanno perso! L’appalto è illegittimo ed è stato revocato. Come abbiamo sempre sostenuto, la progettazione e il bando si possono rifare senza rinunciare alla messa in sicurezza della strada e senza affidarsi ad un commissario. Anche sulle risorse avevamo ragione, al contrario dei politicanti che paventavano in maniera infondata che sarebbero stati persi se la strada non fosse stata realizzata da una delle aziende che hanno partecipato all’assegnazione illegittima dei lavori nell’ultima gara. L’Anas li smentisce e ci da ragione: i soldi sono ampiamente sufficienti e anzi questa decisione permette “il contenimento della spesa pubblica.”

“Probabilmente Anas indirà 2 nuove gare; la prima per 2 lotti:” – continua De Lorenzis – “la messa in sicurezza fino a Maglie e il raddoppio fino a Montesano con tracciato esistente con un progetto simile all’attuale che prevede 4 corsie. La seconda gara per il tratto a sud di Montesano. La revisione del progetto dovrebbe limitare il consumo di suolo e prendere atto che è inutile anzi dannoso un progetto con 4 corsie che arrivano al mare a Leuca. Questo vuol dire l’adeguamento ai flussi reali di traffico, la messa in sicurezza e certamente evitare che l’arteria attraversi i centri urbani vicino a Leuca!”

“Questa è una grande vittoria storica della cittadinanza attiva che ha a cuore la tutela del territorio e la legalità: è riuscita a sconfiggere l’avidità di lobby affamate di denaro e la vigliaccheria dei partiti che da sempre sono stati complici. Al contrario, la libertà da qualunque interesse particolare, mi ha permesso in qualità di portavoce della cittadinanza di portare le loro istanze in tutte le sedi possibili rivolgendomi direttamente e ripetutamente al Ministero, al Parlamento, all’Anas, all’Anticorruzione e alla Procura. Ora” – conclude il portavoce pugliese del M5S, Diego De Lorenzis –  “deve esserci spazio solo per legalità, partecipazione e trasparenza: nelle prossime settimane insieme al comitato Sos275 e altri portavoce M5S chiederemo altri incontri per capire le modalità di proposta/interlocuzione con Anas per evitare progetti calati dall’alto, discussi nelle segrete stanze!”



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi