Stranieri e campi da gioco. L’intervento del presidente Petrucci al Consiglio Nazionale del CONI

Il presidente Giovanni Petrucci ha riportato il problema dell’utilizzo dei giocatori stranieri nel Campionato italiano nell’intervento che ha tenuto durante il Consiglio Nazionale del CONI: “Abbiamo ricevuto dalla Lega di Serie A una proposta assurda che prevederebbe l’utilizzo di dodici giocatori stranieri su dodici inscrivibili a referto pagando una tassa.

“Dico sinceramente che l’utilizzo degli stranieri sta uccidendo la nostra pallacanestro e sembra che questo sia l’unico problema da affrontare, ma non è così, anche perché noi vogliamo che gli stranieri diminuiscano. Nove mesi fa, inoltre, il Consiglio Federale ha approvato una delibera esecutiva che prevede l’utilizzo di impianti da 5000 spettatori nei playoff del Campionato di Serie A 2018 e poi fin dall’inizio della stagione 2018-19. Al momento sembrerebbe che solo per uno/due campi ci sono i progetti di ampliamento.

“Certo non possiamo e non vogliamo violare le Leggi. Però occorre intervenire e io sono qui a chiedere l’intervento del presidente Malagò che ha il diritto-dovere di tutelare l’attività degli atleti italiani. È un intervento politico necessario che deve arrivare subito, con il carisma e l’abilità che caratterizzano l’operato del presidente Malagò.”

Il presidente Malagò ha promosso il pieno appoggio del CONI.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi