Straordinaria apertura a Triora del Museo internazionale di stregoneria

L’inaugurazione è prevista per il 3 dicembre a Palazzo Stella

Triora stregoneria: apre un secondo Museo

Nella Salem italiana, dove vennero indagate e torturate 40 donne e un uomo nel ‘500, apre un altro centro di raccolta documenti e reperti

Due streghe al prezzo di uno a Triora, in Liguria. Sta infatti per essere inaugurato il Museo internazionale della stregoneria a Palazzo Stella, dove viveva una delle perseguitate. Triora è da sempre la capitale della magia (la Salem italiana) perché qui si svolse uno dei processi più feroci, in Italia, contro le presunte streghe.
Il nuovo Museo riceverà buona parte del materiale dall’Associazione turistica Pro Triora, che già gestisce il Museo attuale. L’inaugurazione è prevista per il 3 dicembre. Tra i materiali che verranno conservati nel nuovo centro migliaia di volumi, disegni e altri oggetti.
Triora prenderebbe il suo destino fin dal nome, ‘tria ora’, ossia ‘tre bocche’, quelle di Cerbero, il cane a guardia degli Inferi, raffigurato pure nello stemma comunale. Tradizione vuole che la chiesa della Collegiata sia stata costruita su un ‘fanum’, luogo sacro pagano. Non lontano dal villaggio, poi, c’è un menhir antichissimo, che sarebbe testimone di occulti culti.
E’ comunque nel ‘500 che la storia si prende Triora, trasformandola nel luogo che è oggi. Alla fine del 1587, a causa di un raccolto povero, gli abitanti del paese se la presero con alcune donne, solite riunirsi in un casolare. Il Parlamento locale, con il benestare del Consiglio degli Anziani e del Podestà, istruì un processo pagando 500 scudi (una cifra grossa, per l’epoca). Intervennero l’autorità ecclesiastica e i vicari dell’Inquisitore di Genova e Albenga. Per due anni, 40 donne e un uomo furono torturati.: cinque morirono nel carcere di Genova, 13 vennero scarcerate, delle altre non si sa nulla.
Sandro Oddo, tra i fondatori di Pro Triora Editore, dice: “Si diceva che queste donne inaridissero i campi, che rendessero sterili le mucche. Esistono effettivamente persone che agiscono nell’ombra e fanno coscientemente del male; alcuni sensitivi, ne ho conosciuti, percepiscono energia negativa”. Oddo non crede comunque alla stregoneria. A Triora, dopo il bombardamento della Seconda guerra mondiale, dell’archivio resta poco. Nella chiesa romanica di San Bernardino c’è un affresco del Giudizio Universale con streghe ed eretici catari immersi in un calderone, sotto le ali di un demone – pipistrello.

http://www.italyjournal.it/

Triora stregoneria: apre un secondo Museo

Christian FLAMMIA



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi