STRUTTURE SPORTIVE: QUALI “GESTIONI EFFICACI”? IL COMUNE DI SULMONA HA GRAVISSIME INADEMPIENZE IN ATTO

Sono recenti e ancora nell’aria le considerazioni dell’assessore Nicola Angelucci in merito alla situazione delle strutture cittadine laddove egli cita l’area sportiva dell’Incoronata come “UN CLASSICO DI GESTIONI EFFICACI” in cui si possono praticare l’atletica leggera, il rugby, il tennis ed il nuoto.

Ebbene, ad entrare nel merito di questo esempio di “gestioni efficaci”, l’impressione del nostro Meetup Amici di Beppe Grillo Sulmona è che si sia sempre più irrevocabilmente di fronte ad un’amministrazione comunale del tutto claudicante in merito alla conoscenza del proprio patrimonio immobiliare e dello stato in cui versa.

A tale riguardo siamo infatti curiosi di conoscere in base a quali documenti l’assessore possa aver rilasciato tanto approssimative dichiarazioni, poiché, dalle informazioni e soprattutto dagli atti in nostro possesso, risulta che, per esempio:
1) l’affidamento in gestione dell’allora unico campo da tennis coperto nel complesso sportivo dell’Incoronata, affidato con Deliberazione G.C. n. 176 del 3/6/2010, sia scaduto il 31 ottobre 2010 e magari vorremmo sapere, poi, in base a quale determinazione o deliberazione, sia stato affidato allo stesso gestore privo di titolo anche l’altro campo da tennis coperto costruito dal Comune pochi anni fa, accanto a quello esistente da tanti anni.
2) Per quanto riguarda la gestione del campo da rugby, risulta essere stata effettuata una gara nel 2013 per la stipula di un contratto decennale ad un canone ridotto, contratto mai effettivamente sottoscritto dall’unica società che vi partecipò, con una Convenzione in imminente scadenza.
3) Ci sarebbe poi una pista di pattinaggio mai messa in funzione, anzi lasciata in totale abbandono e, quindi, inservibile. A Scanno, ad esempio, si sta svolgendo in questi giorni il Campionato Nazionale di Pattinaggio a rotelle e sono attesi 1500 atleti! Sarebbe in grado la struttura di Sulmona ospitare eventi sportivi di tale portata?
4) Per quanto concerne la pista di atletica, il cui bando scadrà quest’anno, sono stati predisposti gli atti per il nuovo Bando di gara o, come spesso accaduto, si andrà oltre termine, in regime di dubbia legalità?
5) Ed infine la gravosa situazione della palestra Pluriuso Nicola Serafini con annessi locali ristorante e 150 mq di alloggio del custode, tutt’ora detenuti da una società commerciale condannata al relativo rilascio. Il 1 giugno 2015 un Giudice dello Stato italiano accertava un danno risarcibile a favore dei sulmonesi pari a 100 mila euro. Inoltre, in aggiunta, € 100 di penale per ogni giorno di mancato rilascio spontaneo dei beni per un totale di oltre di 190 mila euro.
Da considerare che la convenzione per la custodia era scaduta il… 30 giugno 2012!

Se, NONOSTANTE QUANTO SOPRA RIPORTATO, l’attuale assessore e Vice Sindaco Angelucci, già assessore nella Giunta Centofanti e per quasi cinque anni in quella di Federico (proprio gli anni in cui vennero redatti quegli atti di affidamento in cui furono indette le gare di cui si parla), può affermare la VIRTUOSITA’ DELLA GESTIONE DELL’AREA INCORONATA, allora dovrebbe anche spiegare ai cittadini contribuenti se vengano o no incassate, da parte del Comune, le somme dovute per locazioni di queste strutture, come di altre, del pubblico patrimonio.
Poiché, se così non fosse, chi risponderebbe per il MANCATO INCASSO e per il conseguente impoverimento del pubblico erario? Introiti certamente utili, viste le esangui giacenze delle disponibilità economiche comunali.

Vogliamo qui tralasciare lo stato di “erboso abbandono” che soffoca le strutture in genere, con un proliferare incontrollato quasi quanto quello di nuovi, sedicenti, gruppi politici a destra o a sinistra ma anche con collane di false stelle al collo, che improvvisamente spuntano come funghi, nella completa disattenzione di chi non si cura di controllarne correttezza e legittimità.

Per tornare alle strutture: in funzione di quanto fin qui rilevato, che rappresenta solo un esiguo numero di esempi di quel che non va, si può senz’altro affermare che la visione che ha il Meetup Amici di Beppe Grillo Sulmona e, crediamo tutti i cittadini di buon senso, di “GESTIONE VIRTUOSA DEGLI IMPIANTI SPORTIVI” sia assai diversa e lontana da quella dell’Assessore Angelucci.

Meno clamore, più FATTI. Meno proclami, più ATTI. Meno parole, più CONTEGGI. Meno chiacchiere, … PIÚ RISCOSSIONI.
Ma soprattutto: meno zone d’ombra e più LEGALITÀ.

Per il Meetup Amici di Beppe Grillo Sulmona, saper gestire dovrebbe significare attenzione al proprio patrimonio e conduzione trasparente ed oculata dell’erario pubblico.

Raffaello La Cioppa – Portavoce del Meetup Amici di Beppe Grillo Sulmona



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi