Terremoto: l’aiuto dell’Euregio, via libera allo studentato a Camerino

La sua realizzazione autorizzata oggi dalla Giunta provinciale, ospiterà 457 studenti in 80 alloggi
TRENTO – Il Trentino continua a sostenere le popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto del 26 agosto 2016. Un altro tassello nel mosaico di iniziative di solidarietà è rappresentato, come è già noto, dalla realizzazione di uno studentato per l’Università di Camerino, opera che è stata ufficialmente autorizzata oggi con l’approvazione di una delibera proposta dall’assessore ai lavori pubblici Mauro Gilmozzi.

L’intervento scaturisce da una serie di incontri tenutisi nei mesi immediatamente successivi all’evento sismico fra il presidente della Provincia, Ugo Rossi, il Commissario straordinario alla ricostruzione Vasco Errani, e il Capo Dipartimento della Protezione civile nazionale Fabrizio Curcio, dai quali, a fronte dell’offerta di collaborazione della Provincia autonoma di Trento, è emersa l’opportunità di destinare risorse alla ricostruzione di uno studentato dell’Università di Camerino.
La Provincia di Trento, infatti, secondo la legge provinciale sulle attività di protezione civile, può sostenere spese o effettuare interventi, a fini di collaborazione, per fronteggiare emergenze determinate da calamità e da eccezionali situazioni di bisogno che si verificano in ambito extraprovinciale, su richiesta dello Stato, delle Regioni o degli Enti locali, anche nella fase relativa alla realizzazione delle opere urgenti di ricostruzione e di ripristino dei servizi.
L’opera consiste nella realizzazione di 20 moduli abitativi, con struttura in legno, ognuno dei quali composto da 4 appartamenti, per un numero complessivo di 457 posti letto, di cui 23 posti adibiti a soggetti portatori di handicap. I moduli saranno realizzati su un terreno adiacente alla sede principale dell’Università. Il costo complessivo preventivato è di 9.400.000 euro, comprensivo di IVA e spese tecniche.+
L’intervento è stato progettato e sarà realizzato interamente dalla Provincia autonoma di Trento. All’iniziativa partecipa anche la Provincia autonoma di Bolzano che ha assicurato l’apporto finanziario di euro 4.533.300,00, in misura uguale alla Provincia di Trento. Anche il Land Tirolo ha comunicato di voler destinare all’intervento 333.400 euro.
L’Università di Camerino ha già deliberato di procedere a proprie cure e spese all’esecuzione delle opere necessarie per la preparazione dell’area di cantiere e la formazione dei terrazzamenti sui quali saranno realizzate le strutture prefabbricate, in modo da anticipare le lavorazioni propedeutiche nel mentre la Provincia di Trento provvede, nei termini di legge, all’appalto dei moduli abitativi. Il procedimento di affidamento dei lavori di approntamento dell’area è già stato avviato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi