#tolktolk. Social network e giornalismo

Come è cambiato il modo di fare informazione per i giornalisti nell’era digitale, presentazione del  libro di Barbara Sgarzi, giornalista che ha vissuto in prima persona la trasformazione del modo di fare i contenuti.

Mercoledì 22 febbraio 2017

Ore 18,30

Java Cafè

Viale della Repubblica, 21/B

Bologna

Si chiama Social Media Journalism edito da Apogeo, il libro di Barbara Sgarzi che il prossimo 22 febbraio presenterà a #tolktolk, conversazioni tra professionisti, un format che raccoglie ogni mese professionisti che vogliono spunti e confronti per la propria attività  professionale.  Come controllare le fonti e le notizie? Come essere autorevoli e riconoscibili in rete? Come seguire la vita dei contenuti dopo la pubblicazione? Questi i tre temi salienti del libro di Barbara e che si svilupperanno nell’arco dell’intervista che Dora Carapellese, esperta in comunicazione condurrà durante la serata.

La serata si svilupperà anche intorno all’uso dei principali social network Instagram, Pinterest e YouTube, come intervengono nella diffusione e creazione della notizia? Il Web oggi ha trasformato il mondo del giornalismo e della comunicazione ci troviamo di fronte ad una struttura orizzontale dove per essere editore basta aprire un account. Come districarsi nell’informazione di oggi. La serata è dedicata sia ai giornalisti che ai professionisti della comunicazione.

L’evento sarà in video streaming sul canale de Il Titolo TV; la partecipazione è gratuita, previa registrazione su Eventbrite (http://ow.ly/HleK308SGYc). L’hashtag della serata è #tolktolk

#tolktolk è il format ideato dalla giornalista Dora Carapellese, nel quale vengono affrontate tematiche attuali e legate al digitale. Propone conversazioni tra professionisti per creare un confronto costruttivo che faccia chiarezza nel mondo del web.

Cosa è tolktolk

#tolktolk, conversazioni tra professionisti è il format ideato da Dora Carapellese, nel quale vengono affrontate tematiche sulla comunicazione e new media. Si propone di fare anche networking alla vecchia maniera, face to face in un mondo spesso virtuale bisogna recuperare il lato umano.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi