TONI CAPUOZZO A CA’ DEL POGGIO PER RACCONTARE “IL SEGRETO DEI MARò”

Ca' del Poggio con il Rotary e Capuozzo_b

Il famoso giornalista ed inviato di guerra ha presentato il libro dedicato al caso dei due fucilieri di Marina in una serata organizzata dal Rotary Club Conegliano-Vittorio Veneto

San Pietro di Feletto (TV) – Toni Capuozzo a San Pietro di Feletto per raccontare “Il segreto dei Marò”. Il noto giornalista e inviato di guerra è stato ospite di un incontro che il Rotary Club Conegliano-Vittorio Veneto ha organizzato nella splendida cornice di Ca’ del Poggio Ristorante & Resort.

Tema della serata, il libro “Il segreto dei Marò”, che Capuozzo ha dedicato ai fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, detenuti in India dal 2012 con l’accusa di aver ucciso due pescatori indiani scambiati per pirati.

Un caso di cronaca, ancora insoluto, che continua ad appassionare l’opinione pubblica per le sue implicazioni umane e di politica internazionale. Un evento che Capuozzo ha affrontato con stile lucido e accurata documentazione, da vero giornalista di razza. 

“Il segreto dei Marò – ha detto Capuozzo – è la storia di due militari che hanno sempre affermato di essere innocenti ma che sono rimasti vittime delle lacune e delle contraddizioni dell’inchiesta indiana, degli interessi economici e politici che hanno condizionato la vicenda, degli errori di tre governi e cinque ministri degli Esteri italiani”.

La serata di Ca’ del Poggio ha registrato una nutrita partecipazione di ospiti e soci del Club organizzatore e degli altri Club Rotary della sinistra Piave intervenuti insieme al club Inner Wheel di Conegliano-Vittorio Veneto.

Al termine dell’incontro, dopo il dibattito seguito all’intervento di Capuozzo, il Presidente del Rotary Club Conegliano-Vittorio Veneto, Franco Petrucci, congiuntamente ai Presidenti degli altri club e alla direzione di Ca’ del Poggio Ristorante & Resort, hanno salutato il giornalista con la promessa di averlo ancora come ospite in occasione delle sue prossime inchieste.

-Nella foto: Toni Capuozzo (al centro) e, a destra, il Presidente del Rotary Club Conegliano-Vittorio Veneto, Franco Petrucci. 

CA’ DEL POGGIO, DOVE IL PROSECCO INCONTRA IL MARE

C’è il Prosecco. E c’è il mare. Il Ristorante Relais Ca’ del Poggio a San Pietro di Feletto, nel Trevigiano, coniuga alla perfezione le due anime della famiglia Stocco. Quella marinara, che ha portato Fortunato e la moglie Maria Stella ad affrontare una qualificata esperienza di ristorazione a Bibione, prima di trasferirsi a San Pietro di Feletto. E quella collinare, interpretata dai figli Alberto e Marco, che, con l’aiuto dei genitori, hanno fatto propria la tradizione familiare, rivisitandola con un tocco di modernità ed eleganza. Il Ristorante Relais Ca’ del Poggio è aperto a San Pietro di Feletto, lungo la Strada del Prosecco Superiore Docg, dal 18 ottobre 1994, e da allora incontra il crescente favore di una clientela raffinata ed esigente.

Se il panorama sui colli del Prosecco che si ammira dalle sale del Ristorante Relais Ca’ del Poggio va dritto al cuore, il palato degli ospiti della famiglia Stocco è deliziato da una cucina marinara che, grazie alla creatività degli chef Marco Stocco e Vincenzo Vairo, si è ormai imposta all’attenzione dei più severi gourmet. Molto conosciuto nell’ambiente sportivo – in via dei Pascoli, unica salita certificata dalla Federazione Ciclistica Italiana, ribattezzata Muro di Ca’ del Poggio e gemellata con il Muro di Grammont, la leggendaria salita del Giro delle Fiandre, sono transitate le edizioni 2009, 2013 e 2014 del Giro d’Italia e il Campionato Italiano Professionisti del 2010 – il Ristorante Relais Ca’ del Poggio dispone di 80 coperti inseriti in un ambiente elegante e al tempo stesso familiare, in cui Alberto Stocco e i suoi collaboratori fanno sentire gli ospiti come a casa loro.

Dal maggio 2013, l’offerta turistica di Ca’ del Poggio è arricchita dall’Hotel Villa del Poggio, una struttura dotata di ogni comfort (e con una meravigliosa terrazza panoramica) che si integra alla perfezione con l’ospitalità offerta dal ristorante, trasformando quest’angolo della Marca Trevigiana – a 60 km da Venezia – in una specie di paradiso per una clientela che ama immergersi nell’atmosfera rilassata ed elegante delle colline del Prosecco. Nelle vicinanze sono disponibili campi da golf e da equitazione, oltre a percorsi naturalistici da esplorare a piedi o con le mountain bike messe a disposizione dall’hotel, per una vacanza all’insegna del benessere e del relax.  

QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO?
CONDIVIDILO SUI SOCIAL, VIA MAIL E WHATSAPP

Devi essere autenticato per inviare un commento Login

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.