Trenta milioni alle scuole superiori della città metropolitana

Un nuovo Polo Dinamico a Bologna, una nuova scuola a Imola e una pioggia di interventi sulle scuole superiori bolognesi. Il pacchetto di progetti, finanziati in particolare con 30 milioni di euro del Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020, per gli istituti del territorio metropolitano (sono 60 gli edifici gestiti dalla Città metropolitana che accolgono 38.569 studenti), sono stati presentati a palazzo Malvezzi mercoledì 31 gennaio.

In particolare sono 9 gli interventi di edilizia scolastica da realilzzare con i 30 milioni di euro previsti nel Piano operativo allegato alla delibera del Cipe pubblicata in Gazzetta ufficiale la scorsa settimana:

la costruzione del Nuovo Polo Dinamico di Bologna: euro 6.000.000
la ristrutturazione del Convitto Scarabelli e la costruzione della nuova palazzina Rambaldi Valeriani a Imola: euro 8.100.000
7 interventi di miglioramenti sismico in altrettanti istituti: euro 15.900.000

A questi 9 interventi se ne aggiungono altri, per un importo di 4.850.000 euro, inseriti nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2018-2020 approvato mercoledì 31 dalla Giunta della Città metropolitana:

lavori di rifacimento e impermeabilizzazione delle coperture nella succursale Cassiano di via Ariosto a Imola: euro 250.000
lavori di messa in sicurezza all’Istituto Fantini di Vergato: euro 50.000
altri interventi di miglioramento sismico al Liceo Artistico Arcangeli: euro 3.500.000
interventi dii ampliamento dei locali al Liceo Sabin: euro 850.000

Sono inoltre già stati affidati e programmati 17 interventi di adeguamento alla normativa relativa alla prevenzione incendi, finanziati con mutui Bei 2017, per un importo totale di 3.223.000 euro.

Infine nel Bilancio 2017 sono contenuti altri interventi di edilizia scolastica per 3.535.000 euro, in paticolare:

1.185.000 Efficientamento energetico e nuova copertura Belluzzi,
1.450.000 Ampliamento palestra Salvemini.

Nuovo Polo Dinamico
Negli ultimi anni si è registrato un aumento degli studenti che scelgono le scuole dell’area della città di Bologna con netta preferenza per i licei. Con l’obiettivo di dare un’adeguata risposta e la disponibilità di locali a questi Istituti, la Città metropolitana ha progettato un polo scolastico “dinamico” che potrà adattarsi alle future esigenze didattiche: tre moduli distinti con aule, laboratori, uffici e ingressi indipendenti che potranno ospitare fino a 900 studenti.
Il progetto di fattibilità tecnica ed economica relativo ai lavori di costruzione del Nuovo Polo Dinamico a Bologna, redatto dal Servizio Edilizia Scolastica ed Istituzionale, è stato approvato il 31 gennaio 2018 dall’esecutivo di Palazzo Malvezzi. L’importo complessivo di 6 milioni di euro sarà quindi previsto nel Bilancio di Previsione 2018 e nel Bilancio Pluriennale 2018/2020 e sarà inserito nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2018/2020 oltre che nell’elenco annuale 2018.
L’area, di proprietà della Città metropolitana di Bologna, individuata come idonea alla costruzione di nuovo edificio è quella adiacente alla palestra del Liceo Copernico. L’iter prevede prima di tutto una fase, già avviata, di condivisione del progetto che coinvolgerà i dirigenti scolastici, rappresentanti del Quartiere e le società sportive. Al termine di questo percorso si procederà all’approvazione del progetto, all’aggiudicazione con l’obiettivo di concludere i lavori entro il 2021.
Importo complessivo del progetto € 6.000.000.

Ristrutturazione del Convitto Scarabelli e costruzione della nuova palazzina Rambaldi Valeriani a Imola
La realizzazione del progetto consentirà di dare risposta alle esigenze di nuovi spazi e alla razionalizzazione delle sedi esistenti.
Il progetto prevede la ristrutturazione e la messa a norma del Convitto all’interno del plesso dell’Istituto Agrario Scarabelli-Ghini e la costruzione di un nuovo edificio scolastico presso l’attuale succursale dell’istituto Scarabelli Ghini in via D’Agostino a Imola.
Gli interventi previsti permetteranno di ottimizzare gli usi degli immobili scolastici con una migliore distribuzione degli spazi, nonché un rinnovo degli edifici stessi, nel rispetto delle attuali normative in materia di prevenzione sismica.
Il progetto di fattibilità tecnica ed economica relativo ai lavori di costruzione di ristrutturazione del Convitto Scarabelli e costruzione della nuova palazzina Rambaldi Valeriani di Imola – prima fase, redatto dal Servizio Edilizia Scolastica ed Istituzionale, è stato approvato mercoledì 31 gennaio dall’esecutivo di Palazzo Malvezzi. L’importo di 8.100.000 euro necessario alla realizzazione del progetto, sarà previsto nel Bilancio Pluriennale 2018/2020 e sarà inserito nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2018/2020 nell’annualità 2019.
Importo complessivo del progetto € 8.100.000.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi