Tumori: dieci anni di ‘Cure2Children’ per i bambini nel mondo

FIRENZE- In palazzo Bastogi oggi la celebrazione del decennale della Fondazione. Mazzeo: “Grazie a nome di tutta la Toscana per il lavoro che state facendo fuori dal nostro territorio”

Dieci anni di attività nel mondo per curare i bambini malati di tumore. E per celebrare il decennale della Fondazione Cure2Children onlus si è svolto questa mattina in Consiglio regionale, nella sala delle Feste di palazzo Bastogi, un incontro dal titolo “Crescere senza confini”. Per l’occasione erano presenti dieci bambini e ragazzi in rappresentanza di tutti quelli curati e guariti in Kosovo, che hanno portato la loro testimonianza diretta.

A porgere i saluti, per il Consiglio, è stato il consigliere Antonio Mazzeo  dell’Ufficio di presidenza. “Siamo felici ed orgogliosi di ospitare questi ragazzi in una delle sale più belle del Consiglio – ha detto Mazzeo –. Guardando i loro sorrisi e i loro occhi, non ci poteva essere luogo migliore. Ringraziamo la Fondazione a nome di tutta la Toscana per il lavoro che state facendo fuori dal nostro territorio, e ci rendiamo disponibili, in futuro, per portare avanti iniziative come questa. La Toscana è terra che si è sempre distinta per la solidarietà”. Mazzeo ha inoltre sottolineato l’importanza della collaborazione e del lavoro di rete, che la Fondazione ha portato avanti anche con altre organizzazioni, come l’associazione “Nicola Ciardelli” di Pisa.

La Fondazione Cure2Children onlus, con sede a Firenze, opera da dieci anni in paesi a basso reddito. È nata dall’incontro tra oncologi pediatri di fama internazionale, Lawrence Faulkner e Giuseppe Masera, e un gruppo di genitori che hanno subito la scomparsa di un figlio a causa di una patologia tumorale. La Fondazione investe il denaro raccolto affinché le cure vengano prestate direttamente nel paese di origine ad opera di personale sanitario locale, invece di sostituirlo con professionisti stranieri. Il settore operativo è quello dei tumori e delle gravi malattie del sangue nell’infanzia, che costituiscono una delle principali cause di morte dei bambini in tutto il mondo. Dalla sua nascita nel 2007, Cure2Children onlus, che vanta come testimonial d’eccezione Leonardo Pieraccioni, ha contribuito alla realizzazione di 7 centri per il trapianto di midollo nel mondo e ha curato, ad oggi, più di cinquemila bambini.

Questa mattina sono stati anche presentati due progetti musicali realizzati direttamente da sostenitori della Fondazione: un brano dal titolo “Troverai” del dj Federico Scavo con Alessandro Canino e Luca Guerrieri, disponibile su tutte le piattaforme digitali, e un videoclip dal titolo “Tanto con poco”, realizzato da Lorenzo e Michele Baglioni.

Dopo i saluti sono intervenuti Lorena Passoni, supervisore scientifico della Fondazione Umberto Veronesi; Nicoletta Tradati, Ieo Milano – presidente dell’associazione “Ospedale umanitario internazionale onlus”; Federica Ciardelli, presidente dell’associazione “Nicola Ciardelli onlus”; Lawrence Faulkner, supervisore scientifico della Fondazione “Cure2Children Fondation onlus”. A concludere l’assessore regionale alla Sanità Stefania Saccardi. “La testimonianza di questi ragazzi – è il commento dell’assessore – è la prova del nove che formare il personale sanitario, acquistare i primi farmaci salvavita, non sostituirsi mai ai medici del posto, ma sostenerli e guidarli nei protocolli da seguire è la modalità giusta ed efficace per fornire un aiuto concreto in realtà in via di sviluppo”



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi