UDU E RETE STUDENTI MEDI_IN PIAZZA IL 24 FEBBRAIO A ROMA: “MAI PIU’ FASCISMI”

Il 24 febbraio l’Unione degli Universitari e la Rete degli Studenti Medi saranno in piazza insieme all’ANPI, la CGIL e tante altre organizzazioni antifasciste promotrici e firmatarie dell’appello “Mai più fascismi”, per una grande manifestazione nazionale contro ogni fascismo e razzismo.

Dichiara Elisa Marchetti, coordinatrice nazionale dell’Unione degli Universitari: “Crediamo sia fondamentale come studenti schierarci ancora una volta pubblicamente e fisicamente contro ogni fascismo e contro tutte le violenze perpetrate da queste forze. Constatiamo purtroppo che anche nelle università, luoghi che invece dovrebbero essere di condivisione, dialogo, solidarietà e inclusione, sempre più soggetti di ispirazione fascista prendono nuove forme e nuovi spazi; i luoghi dell’istruzione rappresentano tutto ciò che invece il fascismo rinnega e contrasta in modo violento e sopraffattore, nei casi più eclatanti. Altre volte invece si insinua in modo subdolo in quelle spaccature sociali per fomentare odio razziale, accentuare le tensioni sociali e la guerra al diverso. Siamo preoccupati dalla risposta debole e ambigua di gran parte della politica, incapace di contrapporre e diffondere una coscienza collettiva costituzionale e antifascista. Noi non ci stiamo e continueremo a presidiare ogni piazza, in ogni città!”

Continua Giammarco Manfreda, coordinatore nazionale della Rete degli Studenti Medi: “Siamo preoccupati dalla libertà di azione e diffusione di fenomeni fascisti, ancora di più quando avviene davanti o dentro le mura scolastiche e purtroppo capita troppo spesso. Per questo pensiamo che la scuola debba essere protagonista del percorso di riaffermazione dei valori di libertà, solidarietà che caratterizzano l’antifascismo. E non esiste modo migliore che farlo nelle piazze, simbolo della partecipazione popolare, della libertà di dissenso. La scuola pubblica, la scuola costituzionale, di cui ricorre il 70esimo, non può rimanere super partes. Per questo chiediamo alla Ministra Valeria Fedeli di promuovere la partecipazione alla piazza di Roma delle studentesse e degli studenti di questo paese, giustificare l’inevitabile assenza, perché non sarebbe un giorno perso, ma un giorno in cui si educa alla partecipazione, alla democrazia, al lottare contro le ingiustizie e le intolleranze.”

Concludono i coordinatori: “Mettere sul piano di una semplice contrapposizione politica il fascismo e l’antifascismo, come è stato fatto di recente, è quanto di più lontano dalla democrazia si possa immaginare. Per questo noi, come studenti antifascisti, scegliamo di stare dalla parte della Costituzione, a maggior ragione nel settantesimo dalla sua entrata in vigore, e saremo in piazza il 24 febbraio insieme a tanti studenti, lavoratori, cittadini da tutta Italia, per rafforzare il fronte antifascista che sappia e possa combattere questi rigurgiti ogni giorno.”



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi