VATICANO, MALAN (FI): SCONCERTANTI AZIONI SU CAMION-VELA PER CARD CAFFARRA

Lucio Malan (FI), Questore del Senato, ha dichiarato:

“La vicenda degli inconsueti controlli al camion-vela che ricorda il Cardinale Caffarra è sconcertante. Il presidente di Pro Vita, Toni Brandi, riferisce di domande del tutto incongrue sulle motivazioni della sua iniziativa, che palesemente non offende nessuno, ma si limita a ricordare la figura di un prelato recentemente scomparso. È incomprensibile la ragione per cui solerti funzionari di polizia si interessano a questioni interne alla Chiesa Cattolica, che i Patti Lateranensi e la Costituzione proteggono da qualsiasi ingerenza da parte della Repubblica Italiana. Temo si tratti di un eccesso di zelo da parte di qualcuno, più in alto di coloro che hanno interrogato Brandi, che – ritengo – non siano gradite proprio sull’altra sponda del Tevere e che violano il principio costituzionale della libertà religiosa. Presenterò una interrogazione al ministro Minniti per chiarire la vicenda. In questi giorni in Vaticano viene ricevuto il dottor Ahmed Al Tayeb, protagonista di dichiarazioni a favore della pena di morte per gli apostati, degli attacchi suicidi contro Israele e della pratica di picchiare le mogli per disciplina. L’Italia non ha diritto di sindacare su questi incontri, che si iscrivono nell’ambito di scelte vaticane di dialogo, e dunque non deve essere coinvolta in presunte polemiche sulle posizioni di un cardinale che ha rivestito cariche molto importanti, per di più defunto.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi