Verso la Germania 2,7 miliardi di export di ricambi e accessori auto, primo mercato del made in Italy

Curto: “Artigianato veneto particolarmente esposto. Verso Germania ogni anno 300milioni di euro di parti ed accessori per autoveicoli. Il 10,7% del totale Italia”
Duecento ottantasei milioni di euro all’anno che, tradotto in percentuale, significa il 10,7% del totale Italia. Tanto “pesa” l’export Veneto di parti ed accessori per automobili verso la Germania. In pratica un pezzo su tre va ad assemblarsi in un auto prodotta in terra tedesca.

“Il caso Volkswagen –dichiara Luigi Curto, Presidente di Confartigianato Imprese Veneto- potrà avere conseguenze rilevanti sulle transazioni all’interno delle filiere globali dell’auto e quindi per il Veneto ed i suoi artigiani che, nell’automotive d’oltralpe, hanno da diversi anni trovato un interlocutore prezioso. Le caratteristiche delle auto tedesche infatti, ben si adattano alla produzione di qualità, raffinatezza e precisione garantite dalle lavorazioni di nicchia artigiane che avrebbero difficoltà a trovare mercati alternativi”.
Negli ultimi 12 mesi il Veneto ha esportato Parti ed accessori per autoveicoli per 823 milioni di euro (su un totale Italia di 11.743 milioni di euro) e la Germania è il primo mercato di destinazione del made in Veneto c34,7%. Percentuale altissima dato che la media nazionale è “solo” del 22,7%. Seguono il Regno Unito con l’8%, la Francia con il 7,8%, e la Spagna con il 4%. I primi dieci mercati di destinazione assorbono quasi i tre quarti (73,1%) del totale dell’export; le vendite verso i mercati Ue 28 rappresentano il 78,4% del totale mentre quelle verso paesi extra Ue sono il rimanente 21,6%.

Il contributo della nostra regione è determinante nel posizionare l’Italia al quarto posto tra i Paesi fornitori della Germania per Parti ed accessori per autoveicoli (7,0% dell’import tedesco), dietro a Repubblica ceca (13,7%), Polonia (11,2%) e Francia (9,7%).

A giugno 2015 nella Produzione di parti ed accessori per autoveicoli e loro motori operano in Veneto circa 185 aziende (2.124 in Italia) di cui 65 (35,1%) sono imprese artigiane.

In relazione al sistema di produzione globale va infine ricordato come l’automobile è l’unico settore in Italia che registra più addetti impiegati nelle imprese residenti all’estero a controllo italiano rispetto a quelli impiegati nelle imprese residenti in Italia: il grado di internazionalizzazione attiva per la Fabbricazione di autoveicoli, rimorchi e semirimorchi registra un valore del 100,9%, cinque volte la media del manifatturiero (21,7%).

“Il dieselgate Volkswagen –conclude Curto-, dimostra una volta di più quanto siano interconessi i mercati. Crisi lontane, sanzioni internazionali sino ai fenomeni metereologici rischiano di volta in volta di penalizzare o premiare parti della nostra economia. Il mercato mondiale è il nostro futuro e bisogna imparare a conoscerlo bene per evitare contraccolpi o salti nel buio”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi