VIA BOLLA – ALTITONANTE: “BENE CONTROLLI POLIZIA, ORA SGOMBERI DEI ROM”

Milano,- “Bene i controlli della Polizia di Stato in via Bolla. Grazie al Questore di Milano, Marcello Cardona. Ora si riporti la legalità con lo sgombero di massa totale dei rom.

Quindici giorni fa ho inviato una lettera al Prefetto, Luciana Lamorgese – che ringrazio per l’incredibile lavoro che sta facendo con la Questura – segnalando che la situazione in via Bolla era al limite. Dal 30 ottobre sono partiti i controlli.

Nelle ultime settimane i rom, che già occupavano le case, si sono impadroniti anche degli spazi comuni per il loro svago. Ogni giorno mi arrivano richieste di aiuto dalle persone, in prevalenza anziane e malate, imprigionate in un clima di terrore.

Non si tratta semplicemente di degrado e occupazioni abusive – di per sé già gravi – ma di una grave tensione sociale tra italiani e rom, che rischia di esplodere.

Come Regione Lombardia, abbiamo stanziato i fondi necessari per riqualificare il quartiere di via Bolla. Su mia proposta, abbiamo addirittura inserito nel nuovo Regolamento per l’edilizia popolare un comma per trasferire in modo veloce in altri stabili gli inquilini perbene quando ci sono ragioni di sicurezza pubblica e degrado ambientale.

Ora diamo un messaggio chiaro di ritorno alle regole con lo sgombero dei rom abusivi. Il Comune si decida a dare la disponibilità dei servizi sociali, necessari per procedere”. È il commento del consigliere regionale, Fabio Altitonante, coordinatore di Forza Italia a Milano.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi