VIA PADOVA, SARDONE: “SCENE SHOCK DI DEGRADO: UOMO DORME TRA CUMULI DI RIFIUTI”

MILANO – Scene di disperazione e infinito degrado – commenta Silvia Sardone, consigliere comunale di Forza Italia – in Via Arquà, zona Via Padova. Stamattina alcuni residenti che da tempo lamentano la situazione di estremo abbandono delle vie laterali di Via Padova mi hanno segnalato la presenza, stamattina, di un uomo straniero che dormiva tra cumuli di rifiuti in Via Arquà. Purtroppo da anni questa via è lasciata al degrado e alla delinquenza e queste scene di disagio sociale e disperazione sono all’ordine del giorno. Infatti proprio alcuni giorni avevo segnalato la presenza di materassi sui tetti in Via Clitumno. Le enormi discariche a cielo aperto in queste strade sono una costante, ho segnalato decine di volte la necessità di contrastare questo fenomeno sempre più allarmante: qui un anno fa un operatore dell’Amsa fu persino minacciato e allontanato dagli “scaricatori abusivi”, tutti immigrati che vivono qui in zona e che periodicamente svuotano appartamenti e cantine, nel continuo giro di persone che vengono a vivere in piccoli appartamenti in zona. In tutto questo tempo il Comune non ha fatto nulla se non un ridicolo murales (costato 1500 euro) che secondo loro doveva contrastare il fenomeno delle discariche nella via e che invece si è rivelato un clamoroso flop. Non ci sono controlli adeguati nè una corretta informazione per i tanti immigrati che vivono in queste aree. Nel tempo sono state bocciate anche le telecamere e i cartelli di informazione multilingue. Il triangolo Via Mosso-Via Arquà-Via Clitumno è ormai un ghetto ad altissimo livello di delinquenza e il Comune, a parte annoiare con i soliti slogan sulla necessità di inclusione sociale, nulla fa, concretamente, per contrastare il degrado e l’insicurezza in zona. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi