Violenza di genere, Frattura e Facciolla: avanti per garantire assistenza su tutto il nostro territorio

Campobasso  –   Prevenzione e contrasto alla violenza sulle donne, al Molise ulteriori 72 mila euro dal fondo nazionale. “Un’assegnazione importante che ci consente di mettere in sicurezza e potenziare le iniziative costruite in questi anni a difesa delle donne vittime di soprusi: le nuove risorse vanno a sommarsi ai 152 mila della nostra programmazione”, dichiarano con soddisfazione il presidente della Regione Paolo di Laura Frattura e il vicepresidente Vittorino Facciolla.

L’intesa sul decreto di riparto nell’ultima seduta della Conferenza Stato-Regioni. “L’attenzione, che a livello centrale ancora una volta ci è stata riconosciuta – sottolineano Frattura e Facciolla -, testimonia la qualità delle misure che, come Regione, abbiamo adottato e finanziato per provare a contenere un fenomeno serio, preoccupante, nei confronti del quale oggi finalmente registriamo la forza e il coraggio delle vittime di denunciare e reagire per dire basta. Fondamentale, e per questo siamo profondamente grati a tutti gli operatori del servizio, la consapevolezza che si può chiedere aiuto nel nostro Molise perché ci sono preziose strutture di assistenza cui rivolgersi”.

“Per quanto espressione di condizioni drammatiche assai diffuse, – analizzano ancora il presidente e l’assessore -, sono importanti e ci spingono ad andare avanti i risultati raggiunti in seguito all’attivazione di una casa rifugio e di un centro antiviolenza, affidati alla gestione dell’Ambito territoriale sociale di Campobasso, con la presenza di sportelli di consulenza, supporto e informazione in ognuno degli altri sei Ambiti della Regione”.

Per Frattura e Facciolla “proprio grazie anche all’apporto degli enti locali e della rete del privato sociale, abbiamo dato risposte concrete alle donne molisane vittime di abusi e maltrattamenti e, soprattutto, ai loro bambini. A nostra disposizione adesso anche le necessarie risorse economiche per affiancare all’intervento emergenziale gli adeguati strumenti in termini di inclusione lavorativa e di sistemazione abitativa delle persone interessate: saranno i nostri prossimi passi”. In cantiere, inoltre, la formazione degli operatori sanitari, in particolare di quelli dei pronto soccorso di Campobasso, Isernia e Termoli per l’attivazione del Percorso rosa.

 “Le nuove risorse – annunciano -, potenziate di 72 mila euro, saranno a breve oggetto della riprogrammazione del nostro governo regionale: promuoveremo una giusta implementazione dei servizi e delle opportunità già realizzati per offrirli anche nelle aree al momento non ancora garantite”.

“Tutto questo lavoro si inserisce nel quadro più ampio delle politiche sociali e ai risultati che abbiamo ottenuto con l’incremento cospicuo del Fondo nazionale per la non autosufficienza e al ripristino della spesa storica del Fondo nazionale per le politiche sociali per l’anno 2017”, concludono il presidente della Regione e il vicepresidente.

 
 
 
 
 


Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi