ZTC – Zone a Traffico Culturale

Al via la prima edizione

ZTC – Zone a Traffico Culturale

Un progetto formativo ed educativo che vede coinvolti l’attore Luca Stano e il docente Massimo Negri, il fotografo Luca Campigotto e il cantante Morgan.

Aperte le candidature alle Masterclass da maggio a giugno organizzate a Crespi d’Adda

BRESCIA – ZTC – Zone a Traffico Culturale è un progetto formativo e educativo che ha come matrice l’Adda e i paesi che sorgono lungo le sue sponde, nato per (re)interpretare artisticamente i luoghi del patrimonio industriale nella valle dell’Adda, facendone cantieri di produzione culturale condivisa e partecipata, attraverso bando di candidatura gratuito rivolto a giovani di ogni età (per approfondimenti sul bando ww.zoneatrafficoculturale.it) per creare veri gruppi di lavoro. Un progetto che si concretizzerà in 4 appuntamenti tra il 2017 e 2018.
Ideato dall’ente Parco Adda Nord e da Coclea Onlus e finanziato dalle Fondazioni Cariplo e Peretti ZTC-Zone a traffico culturale sviluppa una visione e una metodologia uniche nel loro genere, come i temi che andrà ad approfondire seguendo due direzioni che hanno definito il percorso, umano e industriale, del fiume Adda e del suo territorio. Tra i promotori e partner vi sono anche i comuni di: Trezzo sull’Adda, Crespi d’Adda (patrimonio dell’UNESCO), Vaprio d’Adda e Cassano d’Adda, sedi delle masterclass ZTC.
Due le macro aree tematiche individuate: ZTC/1 – IL LAVORO: SPAZI, SUONI, CORPI (sessione estiva) e ZTC/2 – IL PAESAGGIO: UOMO VS NATURA (sessione invernale).
Ogni ZTC viene scomposta in 3 Masterclass condotte ciascuna da un artista/professionista. I lavori prodotti confluiranno in un spettacolo aperto al pubblico. I corsi del progetto permetteranno a circa 200 giovani artisti di seguire, gratuitamente, un percorso formativo che porterà alla realizzazione di produzioni artistiche originali. In più 40 giovani costituiranno la “Redazione reporters” e si occuperanno di documentare e produrre contenuti audiovisivi da condividere quotidianamente sui social network.
In concreto questi i contenuti
ZTC/1

IL LAVORO: SPAZI, SUONI, CORPI

Luogo: Giugno 2017 a Crespi d’Adda, patrimonio storico dell’UNESCO
TEMA MASTERCLASS: L’Adda è il fiume della rivoluzione industriale e dell’elettrificazione italiana nel tardo ‘800.

MASTERS: Un attore, un fotografo e un musicista proporranno la loro visione nell’interpretazione del paesaggio post-industriale dell’Adda. Luca Stano e i suoi allievi si relazioneranno con il corpo, Luca Campigotto riprodurrà fedelmente lo stato dell’arte di opifici e tessiture e infine Morgan ne digitalizzerà i suoni.
1.Teatro “Corpi al lavoro”: Luca Stano, attore e regista, e Massimo Negri, docente universitario e esperto di archeologia industriale, guideranno gli allievi nella messa in scena di quadri teatrali ispirati alle condizioni di lavoro degli operai tessili nello stabilimento di Crespi, basati su scritti d’epoca dell’industriale cotoniero Silvio Crespi.

Date Masterclass: 10-17.06 – Orari: dalle 9.30 alle 17.00 – Sede: Crespi d’Adda, edificio Ex Scuole Asilo S.T.I.
2. Fotografia “Spazi Ritratti”: Luca Campigotto, fotografo di paesaggio e architettura, ritrarrà con i suoi allievi gli spazi del patrimonio industriale dell’Adda: opifici tessili e centrali idroelettriche della fine dell’800 e inizio ‘900. Gli allievi verranno guidati nella post-produzione delle fotografie e nella realizzazione di un libro fotografico/catalogo che verrà presentato con una proiezione in grande formato in occasione dell’evento finale della ZTC.

Date Masterclass: 23-25.05, 29-31.05 e 6-7.06 – Orari: dalle 9.30 alle 17.00 – Sede: Crespi d’Adda, edificio Ex Scuole Asilo S.T.I.
3. Musica “Cog in the machine”: Morgan, con l’aiuto tecnico di Raffaele Stefani, condurrà gli allievi in un percorso formativo di produzione musicale, lavorando sui suoni “industriali” registrati presso la centrale Taccani e altri spazi del patrimonio industriale e reperiti in archivi digitali, mescolando sistemi di registrazione su nastro magnetico a DAW di ultima generazione, virtual instruments a synth modulari, MIDI, CV, OSC, controllers e strumenti acustici in un continuo incontro di tecnologie obsolete e nuovissime. Alternandosi in sei postazioni di lavoro, gli allievi verranno guidati nella produzione di musiche che saranno presentate nel corso.

Date Masterclass: 10-17.06 – Orari: dalle 9.30 alle 17.00 Sede: Crespi d’Adda, edificio Ex Scuole Asilo S.T.I.

La partecipazione alle Masterclass è totalmente gratuito.

Per candidature alle Masterclass: http://www.zoneatrafficoculturale.it

Facebook: https://www.facebook.com/ztc.zoneatrafficoculturale/
Lo spettacolo finale si terrà il 18 giugno presso la centrale idroelettrica storica A.Taccani di Trezzo sull’Adda.

ZTC/2, IL PAESAGGIO: UOMO VS NATURA avrà luogo a novembre 2107. Il tema da approfondire verterà sul paesaggio fluviale e sulle modificazioni introdotte dall’uomo, ritratto in dipinti (a partire da Leonardo da Vinci, Luigi Vanvitelli e Bernardo Bellotto) e in archivi fotografici d’epoca.

MASTERS: Marco Scotini (curatore), Wu Ming 2 (scrittore) e Davide Monteleone (fotografo e autore) metteranno in mostra i panorami e ai paesaggi naturale e costruito, ne scaveranno le relazioni e le contraddizioni.

Il villaggio operaio di Crespi d’Adda: Il luogo ospitante della prima sessione estiva

Il villaggio operaio di Crespi d’Adda è stato fondato intorno allo stabilimento che ospitò, in origine, il Cotonificio Benigno Crespi, da Cristoforo Benigno Crespi nel 1878 e venne completato dal figlio di quest’ultimo Silvio Benigno, verso la fine degli anni Trenta del Novecento. È collocato in prossimità del fiume Adda, proprio sul confine tra le provincie di Milano e Bergamo, nella quale è incluso, facendo parte del Comune di Capriate San Gervasio.

L’impianto regolare delle strade e la sua fisionomia urbanistica permettono di individuare in modo chiaro tutti gli edifici che formano il paese, composto, oltre che dalla fabbrica e dalle abitazioni, anche da strutture sociali e, un tempo, strutture a uso pubblico, come il lavatoio, il dopolavoro, l’albergo, il piccolo ospedale, la scuola, il teatro, la chiesa, i bagni pubblici con piscina, il cimitero.

Dopo essere stato chiuso definitivamente nel 2003, vandalizzato e depredato per un decennio, lo stabilimento è stato acquistato nel 2013, dall’imprenditore bergamasco Antonio Percassi con l’idea di farne la sede operativa delle proprie aziende nonché un campus dell’innovazione e dell’arte aperto ad altri partners, con museo e zone espositive accessibili al pubblico.

A partire dal mese di maggio è attivo a Crespi d’Adda un punto informazioni a cura dell’Associazione Crespi d’Adda all’interno dell’edificio delle Scuole Asilo S.T.I. con i seguenti orari: da lunedì a venerdì dalle 9:00 alle 12:00 e sabato e domenica e festivi dalle 9:00 alle 19:00.

Il luogo è visitabile tutti i giorni dell’anno prenotando una guida al numero 02/90939988 oppure tramite mail a info@crespidadda.it. A partire dal mese di Aprile e fino a tutto Ottobre, ogni domenica e giorno festivo è aperto un punto informazioni che distribuisce mappe e organizza visite guidate anche senza prenotazione.

Per ulteriori informazioni:

Coclea Onlus

Andrea Biffi

E-mail presidente@coclea.org

M. 3357865226

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi