3 TRAVESTIMENTI

ALBERTO GOZZI  AL TEATRO ASTRA, Sala Côté Court, DAL 1 AL 26 NOVEMBRE

A Novembre il Teatro Astra propone una Produzione TPE che si fa in tre: 3 Travestimenti (1 / 26 novembre), progetto e regia di Alberto Gozzi che propone tre riflessioni sull’Italia attraverso i radiodramma di Fellini nei primi anni Quaranta, la letteratura e gli eccessi di Céline negli anni Cinquanta e il surrealismo di Savinio che irrompe nella consolidate compostezza del salotto borghese.

FELLINI RADIOSHOW
dagli sketch di Federico
1-8 novembre 2017 
TEATRO ASTRA Sala Côté Court
Chiromanti truffaldine, topi d’albergo, autori squattrinati in cerca di una battuta che faccia ridere, innamorati litigiosi e venditori di sogni sono solo alcuni dei tanti personaggi in campo nelle cento e più scenette che Fellini scrisse fra il 1942 e il 1943, gli anni della sua intensa collaborazione al Marc’Aurelio. Intorno a quella rivista, satirica ma non troppo cattiva, ruotava allora una buona parte del futuro cinema italiano, da Zavattini a Mario Bava, da Camerini a Ettore Scola. Al cinema Federico ci pensava ma non aveva ancora incominciato a farlo: il suo cinema erano, per il momento, le vignette ironiche e corpose che sfornava con esuberanza – schizzi di personaggi impazienti di entrare in un racconto. Prima di approdare allo schermo, alcuni di essi transiteranno per lo studio radiofonico grazie a questi brevi copioni che, rivisitati oggi, non documentano solo l’apprendistato di un maestro, ma anche un’Italia grottesca con una venatura di surreale che ha ancora qualcosa da dirci.

MAISON SAVINIO
Tutta la vita
10-17 novembre 2017
TEATRO ASTRA Sala Côté Court
Per un’onorata famiglia borghese, il salotto è il sigillo della sua rispettabilità ma anche molto di più; fra quei mobili che hanno assorbito gli umori e gli amori delle generazioni circolano le storie e deflagrano le rivelazioni di un passato che si riverbera sul tempo presente. Nel teatro domestico che nasce da questi racconti, le barriere del tempo sono del tutto impalpabili e le identità provvisorie; così, una moglie può trasformarsi in una madre; un padre in un assassino; un bravo, onesto zio in un subdolo seduttore. A loro volta, gli oggetti, liberati dalla zavorra della logica più banale, acquistano la parola e incidono sulla trama teatrale così come sulla vita degli uomini. Nella scrittura di Savinio, il Surrealismo (di cui fu uno dei più laici esponenti) si rivela un veicolo maneggevole che viaggia nell’inconscio di una borghesia piccina, ma che riesce a diventare sublime nel suo ridicolo disorientamento.

CELINE SUL METRO
Colloqui con il professor Y
19-26 novembre 2017
TEATRO ASTRA Sala Côté Court
Anni Cinquanta. Lo scrittore è reietto (non maledetto, avrebbe più appeal), disprezzato ed emarginato. I francesi, e in particolare gli intellettuali, non gli perdonano il suo ancora bruciante passato di collaborazionista, fascista, razzista e di altro ancora. Ma dal buio del pozzo in cui è sprofondato, Céline non si difende, attacca: è ancora nel catalogo di Gaston Gallimard (per quanto in penombra) ed è uno dei grandi scrittori del secolo XX, anche se non lo si vuole dire. Decide di parlare, di trovare visibilità e per farlo sceglie la forma dell’intervista. Ma l’intervistatore che si inventa è del tutto improbabile: un sedicente professor Y che subito si rivela inconsistente, ambiguo e malevolo. Sulla scena, il dialogo e l’azione assumono la forma di una clownerie senza freni, nella quale un Céline torrentizio mette nel mirino la letteratura, Gallimard, i romanzi patacca, la musica, la società di massa e, non ultimo, anche se stesso.

DRAMMATURGIA E REGIA ALBERTO GOZZI
CON ELENI MOLOS, ANNA MONTALENTI, GIANLUIGI PIZZETTI, FRANCESCO BENEDETTO
SCENE E COSTUMI AUGUSTA TIBALDESCHI / LUCI MAURO PANIZZA / VIDEO FRANCESCO GHISI
MASCHERE (Maison Savinio) BARBARA TOMADA
PRODUZIONE FONDAZIONE TEATRO PIEMONTE EUROPA



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi