“ACHILLE FUNI e UGO GUIDI”, Ricordi di un’amicizia

 “Amici del Museo Ugo Guidi – Onlus”

presentano la mostra

“ACHILLE FUNI e UGO GUIDI”, Ricordi di un’amicizia

A cura di Vittorio Guidi

Museo Ugo Guidi 27 maggio 2018 ore 18 – FORTE DEI MARMI

27 maggio – 29 giugno 2018

Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal 27 maggio al 29 giugno 2018 la mostra “Achille Funi e Ugo Guidi – Ricordi di un’amicizia”.

La mostra, che gode del patrocinio dell’Archivio Achille Funi di Milano, sarà inaugurata Domenica 27 maggio alle ore 18 al MUG con introduzione di Vittorio Guidi.

L’esposizione sarà visitabile fino al 29 giugno su appuntamento al 348-3020538  o museougoguidi@gmail.com 

Achille Virgilio Socrate Funi nacque a Ferrara nel 1890. Studiò disegno e decorazione dai 12 ai 15 anni. Nel 1906 fu a Milano dove seguì i corsi dell’Accademia di Brera per pittura. Nel 1914 partecipò al movimento futurista con Boccioni, Carrà, Russolo e Sant’Elia. Fu tra i primi volontari del Battaglione Volontari Ciclisti poi tenente dei bersaglieri ciclisti combattendo sul Piave. Al ritorno dalla guerra si ritirò a studiare sul lago di Como. Fu tra i fondatori del Gruppo del Novecento e tra gli organizzatori delle Mostre Nazionali del Novecento.

Partecipò alle Esposizioni futuriste, alle Biennali di Venezia e Quadriennali di Roma e alle più importanti mostre italiane ed estere. Dal 1939 è stato titolare della Cattedra di Decorazione e Direttore dell’Accademia di Brera fino al 1960. Realizzò opere pubbliche e sue opere si trovano in Gallerie nazionali, a Parigi, Zurigo, Mosca, New York, Londra, Monaco di Baviera, Bruxelles, Amsterdam e numerose raccolte private. Morì il 26 luglio 1972.

Fino dagli anni ’60 trascorse tutte le estati a Forte dei Marmi nella stessa villetta con giardino, effigiato in numerose tele, molte delle quali avevano la presenza di un bambino, mio fratello Fabrizio che con i capelli rossicci e gli occhi verdi-azzurri è stato ritratto da molti artisti che hanno frequentato il Forte, da Treccani a Vernizzi, a Cassinari.

Funi, con l’ inseparabile sorella Margherita e il cane Lilli divenne subito amico di Guidi con cui partecipò in numerose giurie d’arte in Toscana inoltre insieme fecero visita più volte a Umberto Vittorini a Barga, a Raffaele Carrieri a Camaiore e a numerosi altri amici artisti.

Mio padre aveva realizzato una scultura in terracotta, Dafne, appoggiata su un tronco d’albero e con la chioma ottenuta da una pianta grassa messa in un vaso inserito sulla testa che dava l’aspetto di capelli. Funi attratto dalla scultura che gli ricordava la mitologica dea greca dipinse “Daphne” nel giardino dell’attuale museo e mentre Funi dipingeva Guidi a sua volta ritraeva Funi intento all’opera. Mentre la scultura di Guidi è presente nel museo con una foto dell’epoca e i disegni che raffigurano il pittore, del dipinto di Funi è presente solo la foto riprodotta in un catalogo a me donato con dedica.

Una gustosa vignetta di Guidi rappresenta Funi e famiglia di ritorno dal Bagno Capri, il bagno degli artisti, che con puntualità cronometrica prendeva l’aperitivo da Ernesto alle 12, vino bianco con uno spruzzo d’acqua, che poi era luogo di incontro e scambi di idee con tutti gli artisti e amici che si ritrovavano a formare una grande compagnia.

Funi frequentava quotidianamente l’atelier di mio padre e arrivato davanti al cancello, con voce stentorea, chiamava “Guidi…Guidi”, senza mai suonare il campanello posto all’ingresso. In quell’ingresso dipinse poi  mio padre nel suo piccolo giardino con la file delle sculture di più grande dimensione. Opera oggi in mostra.

Un grande ritratto di Ugo Guidi è pure presente, realizzato nei primi anni ’60.

La sorella di Funi, Margherita, era una piccola signorina, tutta curata e agghindata, un bel soggetto da immortalare nella terracotta da Guidi, che realizzato il ritratto fu donato al fratello mentre nel Museo è rimasto il bronzo, in cui è espressa tutta la vivacità e arguzia del volto femminile.

In mostra anche un piccolo pastello del Bagno Capri, dove Funi aveva la prima tenda all’ingresso sulla spiaggia lato mare e dove incontrava tutti gli amici artisti che lo frequentavano. Infine alcune litografie di volti femminili, opere che Funi inviò alla famiglia Guidi come ricordo natalizio ripetuto negli anni.

Il tutto a testimonianza di un sodalizio umano ed artistico che ha contraddistinto la vita culturale di Forte dei Marmi del secondo Novecento.

La mostra è inserita nella brochure ufficiale degli eventi estivi del Comune di Forte dei Marmi

Il MUG ha il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi onlus, del Logos Hotel, della Banca CC Versilia, Lunigiana e Garfagnana, di Italia Nostra sez. Massa-Montignoso, Mosaici Favret di Pietrasanta.

Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International  Council  Of  Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Piccoli Grandi Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco.

Memoria fotografica: Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.

Partner: Art Institute of Nanjing University Nanchino (Cina), Villa Finaly Firenze Chancellerie des

Universités de Paris – La Sorbonne, Associazione Open ART, Ente Ville Versiliesi,  Città Infinite, Historiavbc, MIIT Museo Internazionale  Italia Arte Torino, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Club Unesco “Carrara dei Marmi”, Associazione Ponte degli Artisti Milano, Associazione Internazionale ArtePozzo, Associazione Culturale Gli Otto Venti Pistoia, Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut, Acomus International. La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi con lo “Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space”. http://www.lacapanninadifranceschi.com/

Media Partner: QN LA NAZIONE,  Arte33 Versilia, blog ФОРТЕДЕЙМАРМИ.РФ, Forte International di PSE Editore, Just Beautiful,  Forte 100 Rivista, Italia Italy, Arte in Toscana, BestVersilia.com, Culturadelmarmo.it, LifeBeyondTourism, Inpuntadipennablog.it, Acculturarsi.blogspot.it, Agendaeventi.com, La Parentesi della Scrittura.

Come raggiungere il museo: Uscita Autostrada Versilia, direzione Forte dei Marmi, seguire i cartelli rettangolari marroni che indicano il museo. Sul viale a mare di Forte dei Marmi venendo da Viareggio: superato il pontile del Forte oltrepassare tre semafori, poi il cartello a destra indica il museo; da Massa: entrati in Forte dei Marmi dopo il primo semaforo la prima strada sulla sinistra è Via Civitali.  GPS: LAT:43.972477 N – LON:10.154887 E                                                                                    …

Comitato scientifico del Museo Ugo Guidi: Lorenzo Belli – Lodovico Gierut – Massimo Pasqualone

Piero Garibaldi – Pubbliche Relazioni MUG – Tel: 349.0908365  pierogaribaldi82@gmail.com

Marta Accallai – critica – P.R. per Prato       

Elena Cencetti – P.R. per Firenze   

Francesca Manfredini – P.R. per Pistoia  

Facebook: Museo Ugo Guidi – Vittorio Guidi

Twitter:     @MUSEOUGOGUIDI

Info: museougoguidi@gmail.com

www.ugoguidi.it

348 3020538 -347 3481300

 



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi