Al White di Milano 30 anni storia jeans

Capi dal ‘museo’ Don the Fuller esposti in ‘Denim R-Evolution’
(ANSA) – CORROPOLI (TERAMO)- Trent’anni di storia del jeans al “White” di Milano, la prestigiosa vetrina delle tendenze moda, con capi arrivati direttamente da quella sorta di museo del jeans che Don the Fuller ha allestito in un grande spazio nel suo stabilimento di Corropoli. “Denim R-Evolution”, dal 18 al 20 giugno nei locali di via Tortona 27, è un percorso attraverso l’evoluzione del capo di abbigliamento più famoso del mondo. In esposizione jeans realizzati dagli anni Ottanta in poi, trattati con lavaggi diversi in base al periodo di produzione. L’azienda di Sulmona (L’Aquila), con sede operativa in Val Vibrata, custodisce 5mila jeans di tutto il mondo. Dal “raw jeans”, in uso prima del 1980, all’impiego dello “stone wash” ai trattamenti con carta vetro, fino all’affermarsi di rotture, strappi, tecniche del resinato ed eco wash, per arrivare al 2010 quando comincia l’era dell’ecologico con i prodotti Oeko tex e i lavaggi zero water.

Christian FLAMMIA



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi