Alberi massacrati nella riserva naturale protetta di Decima Malafede

“I boschi delle aree protette non sono tutelati a Roma. Stanno tagliando alberi maturi, con un diametro considerevole all’interno della riserva naturale protetta di Decima Malafede, parco periurbano, adiacente ad un’area Sic, Sito di Interesse Comunitario”. Lo denuncia Rinaldo Sidoli, responsabile centro studi Movimento Animalista, che aggiunge: “Le conseguenze sono devastanti. Era la zona preferita di centinaia di Colombacci, di Picchi, Sparvieri, Allocchi e Ghiandaie, senza parlare delle Poiane e dei Nibbi che si preparavano a nidificare. Chiediamo alla Procura della Repubblica di Roma e ai Carabinieri Forestali di verificare eventuali reati contro la fauna selvatica”. Prosegue il dirigente animalista: “RomaNatura e Città Metropolitana sono responsabili di uno stupro alla natura. Invece di promuovere e sostenerne la tutela degli alberi, hanno dato il nulla osta per abbattere 21 ettari di verde”. Conclude Sidoli: “Zingaretti applichi l’art. 34 della Legge Regionale del Lazio 29/1997 e trovi i fondi per proteggere un bene comune di particolare pregio e biodiversità”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi