Andrea Camilleri – Noli me tangere – Milano, Mondadori, 2016 – 174 p. (87)

Montalbano, conosciuto in tutto il mondo (quasi!), è un commissario protagonista di molte indagini nei romanzi ed in TV, dalle spiccate caratteristiche di umanità e intuito. Pochi sanno che Camilleri ha creato un altro commissario – con meno fortuna, quindi è sparito dai romanzi – che si chiamava Collura.
Oggi, in quest’ultimo libro fresco di stampa ne incontriamo un terzo, il commissario Luca Maurizi, che condurrà un’indagine che non è un’indagine per un misfatto che non è un misfatto, risolvendo, naturalmente, la questione, ma senza una condanna, una pena o un processo.
Giotto (Padova, Cappella degli Scrovegni), Correggio (Madrid, Prado), Salviati (Venezia/Murano), Bramantino (Milano, Castello Sforzesco), Ghetto di Jacopo (Pisa), Beato Angelico (Firenze, convento di San Marco)… Tiziano (Londra, National Gallery)… ebbene, se scoprite cosa hanno in comune questi riferimenti avrete la chiave per risolvere l’ultimo mistero, incruento e che non viola alcun articolo di legge, proposto dal maestro Camilleri.
Certo, nel romanzo c’è dell’altro, importante per risolvere il caso della scomparsa di Laura Garaudo – donna complessa, intelligente, amante dell’arte, molto bella e un po’ sadica, in cerca di se stessa – come il richiamo a due personaggi, Celia e il dottor Reilly, di un dramma di  T. S. Eliot, Cocktail Party, ma dal 6 giugno (giorno della scomparsa) al 5 luglio 2010 (giorno della soluzione del caso), Laura ne combina di tutti i colori per confondere le acque e ci vorrà tutta l’esperienza, la p
Sempre giocando con tre i classici temi: introspezione psicologica, dualismo verità/bugia e  apparenza/realtà, il tutto condito con la solita grande umanità, il nostro maestro intriga da subito nella lettura fin quasi a spingervi a leggere d’un fiato le appassionanti 170 pagine circa, forse  intuendo le motivazioni ma difficilmente giungendo a comprendere il finale.
Finale che naturalmente noi non sveliamo invitandovi a conoscere personalmente il nuovo commissario Maurizi. Chissà se lo vedremo ancora!
Franco Cortese                                      



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi