ANTITRUST: MULTA AZIENDE ‘MACCHINETTE’ CIBO-BEVANDE

CODACONS: ORA RESTITUIRE SOLDI AI CONSUMATORI. ASSOCIAZIONE STUDIA CLASS ACTION E INTERVERRA’ AL TAR IN DIFESA DELLA SANZIONE
Le aziende operanti nel settore della distribuzione automatica e semi-automatica di alimenti e bevande dovranno rimborsare i consumatori. Lo afferma il Codacons, a seguito della multa da 100 milioni di euro inflitta dall’Antitrust.
“Gli utenti hanno dovuto pagare per cibi e bevande prezzi maggiorati a causa della mancanza di concorrenza realizzata grazie ad una intesa tra gli operatori del settore – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Un danno diretto che ora deve essere risarcito. In tal senso il nostro ufficio legale sta valutando la possibilità di avviare una class action nei confronti delle società coinvolte e della Confida, allo scopo di far ottenere indennizzi ai consumatori, molti dei quali – specie lavoratori – dispongono di chiavette ricaricabili per acquisti presso tali macchinette grazie alle quali sarà possibile dimostrare i danni subiti”.
Il Codacons interverrà inoltre dinanzi al Tar del Lazio in difesa della sanzione inflitta dall’Antitrust.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi