Biblioteca comunale, tra libri antichi e giovani lettori

Trento – La Biblioteca comunale di Trento conquista la prima pagina della newsletter annuale dell’Universal Short Title Catalogue (Università di St Andrews – Scozia), una delle massime istituzioni al mondo per la valorizzazione digitale del libro antico, col suo catalogo online di tutti i libri stampati nel mondo fino al 1600, grazie all’accordo di collaborazione tra lo Ustc e Stabat, il progetto di digitalizzazione promosso della Biblioteca comunale e dal Dipartimento di lettere e filosofia dell’Università di Trento con un finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto (www.stabat.it), e all’adesione al programma Preserving the World’s Rarest Books. Ciò permette non solo di collocare la collezione della Biblioteca comunale in una posizione avanzata nel contesto internazionale della digitalizzazione di edizioni antiche, ma soprattutto di valutare al meglio le richieste e le sollecitazioni che arriveranno da questa enorme banca-dati, permettendo così di selezionare quali altri volumi in possesso della Biblioteca sarà importante mettere a disposizione degli studiosi di tutto il mondo attraverso la digitalizzazione. La Biblioteca comunale non si occupa però solo di preservare e tramandare la memoria del passato con le tecnologie più avanzate di comunicazione, ma si apre quotidianamente ai lettori di ogni età per offrire, oltre alle letture, servizi e occasioni di approfondimento culturale. La sezione ragazzi, che da novembre è ospitata nella restaurata Palazzina Liberty in piazza Dante, ha registrato nei primi sei mesi di attività un incremento del 17,5% dei prestiti giornalieri rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e del 5% rispetto all’anno-record 2013/2014, facendo registrare una media di 188 prestiti al giorno contro i 160 degli stessi mesi del 2014/2015 ed i 179 dell’anno-record 2013-2014. Se i lettori fino ai 13 anni dimostrano, quindi, di apprezzare il servizio offerto, continua ad essere ben frequentato anche lo spazio destinato nella sede di via Roma alla fascia di età compresa tra i 14 e i 18 anni, che colma una lacuna nei servizi offerti ai ragazzi in età di scuola media superiore. Da alcuni mesi, oltre al soppalco di sala Manzoni, hanno infatti a disposizione altri 24 posti per la lettura e per lo studio, anche di gruppo, nella sala che si affaccia lungo il corridoio del piano terra.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi