“Bike sharing trentino e.motion”, aumentano le stazioni

Trento – Il progetto “Bike sharing trentino e.motion”, voluto dall’assessorato alle infrastrutture e all’ambiente della Provincia autonoma di Trento e attivo dal 3 giugno 2014, ha visto incrementare in questi giorni le stazioni attive sul territorio: sono state aggiunte altre 8 stazioni che ora sono complessivamente 41: 17 a Trento, 17 a Rovereto e aree limitrofe e 7 a Pergine Valsugana. Nel dettaglio le nuove stazioni. 5 a Trento: Via Lidorno, presso il parcheggio coperto del Museo e aeroporto Caproni; Via Lidorno, presso il nuovo parcheggio di attestamento a Trento sud; Via Bezzi; Corso del Lavoro e della Scienza presso il complesso “Le Albere”; Via IV Novembre a Gardolo, nel parcheggio presso lo svincolo di accesso alla piscina; 3 a Rovereto e aree limitrofe, S. Giorgio in via Balista in prossimità della Chiesa; Mori Ferrovia a fianco della stazione ferroviaria e una nel comune di Villa Lagarina in piazzetta Scrinzi. L’utilizzo del servizio avviene mediante la tessera smart card nominativa del trasporto pubblico: oltre ai mezzi per i quali è abilitata – autobus, corriere e treni – può essere infatti utilizzata per le biciclette pubbliche, anche a pedalata assistita, quale forma di integrazione ai servizi di mobilità pubblica provinciale. Gli utenti abbonati del trasporto pubblico provinciale che si spostano nel territorio comunale di Trento, di Rovereto e Villa Lagarina e di Pergine Valsugana possono prelevare autonomamente una delle biciclette disponibili che dopo l’utilizzo dovrà essere riposizionata in una delle stazioni all’interno della stessa area d’ambito di prelievo (Trento o Rovereto, compresa Villa Lagarina o Pergine Valsugana). L’utilizzo della bicicletta per meno di un’ora, anche più volte nella stessa giornata, è sempre gratuito, mentre si paga un euro all’ora per l’uso protratto oltre i 60 minuti dal prelievo. “Sono state esaminate” ha chiarito l’assessore alle Infrastrutture e all’Ambiente Mauro Gilmozzi,”le buone pratiche internazionali che hanno portato a pianificare sistemi di bike sharing sempre più efficienti ed in grado di incidere sugli spostamenti automobilistici. La garanzia di una certa capillarità di stazioni nelle aree urbane e suburbane, specificamente di Trento e Rovereto, e il conseguente aumento delle biciclette in circolazione permetteranno il raggiungimento degli obiettivi di ripartizione modale auspicati, ovvero un aumento considerevole a favore delle quote di spostamento più sostenibili”. Nel nord Europa la metà degli acquisti di merci nei negozi e supermercati è effettuata da clienti in bicicletta. Tale fenomeno sta sollecitando gli imprenditori commerciali a prevedere tutta una serie di servizi dedicati ai ciclisti, anche attraverso l’installazione di stazioni di bike sharing nei pressi dei punti vendita. La graduale implementazione del numero di stazioni che si sta operando con e.motion vuole puntare anche al coinvolgimento dei privati. Le modalità di adesione e le tariffe: Per i soggetti già possessori di smart card nominativa l’istanza può avvenire alternativamente: 1. mediante mail all’indirizzo bikesharing@provincia.tn.it o all’indirizzo serv.trasporti@provincia.tn.it inviando in formato pdf il modulo di addebito bancario (SEPA) unitamente a copia di documento di identità (nel caso di modulo sepa inviato via posta PEC la copia del documento di identità non è necessaria); 2. ritirando e riconsegnando il modulo di addebito bancario (SEPA) unitamente a copia di documento di identità presso gli sportelli delle biglietterie di Trentino trasporti esercizio o presso gli Uffici Relazioni con il pubblico dei Comuni aderenti); I soggetti che non dispongono già di smart card nominativa devono compilare e consegnare presso gli sportelli delle biglietterie di Trentino trasporti esercizio il modulo di richiesta di smart card ed il modulo di addebito bancario (SEPA) unitamente a copia di documento di identità. Tariffe. L’adesione al servizio comporta un costo fisso di 15 euro annui per anno solare (da corrispondere per intero anche se in ipotesi l’adesione avviene a metà anno). Il costo di adesione è addebitato (fatturazione inviata ai soggetti aderenti) alla fine dell’anno di riferimento unitamente al costo relativo all’utilizzo delle biciclette (“consumato”). Per gli utenti occasionali l’accesso al servizio avviene con richiesta presso l’ufficio A.P.T. del Comune di Trento (Via Manci, 2 – orario d’apertura: tutti i giorni dalle 9 alle 19) e presso l’ufficio A.P.T. del Comune di Rovereto (Piazza Rosmini, 16 – orario d’apertura:lunedì – sabato 9:00-13:00/14:00-18:00, domenica e festivi – escluso Natale, Pasqua e Capodanno- 10:00-16:00) con consegna istantanea di smart card per la durata di massimo 2 ore dal ritiro alla riconsegna della bicicletta, con versamento anticipato della tariffa pari a 3 euro (e previa consegna di documento di identità e cauzione pari a 50 euro). Maggiori informazioni sul sito: http://www.provincia.tn.it/bikesharing



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi