Calcio, Arezzo: tribunale dichiara fallimento

A chiedere l’esercizio provvisorio l’azionariato popolare ‘Orgoglio amaranto’ che deteneva la minoranza del pacchetto societario: la maggioranza era in mano al consorzio romano Neos

Il tribunale di Arezzo ha dichiarato fallita l’Unione sportiva Arezzo. Il giudice Antonio Picardi ha anticipato il pronunciamento, previsto inizialmente in tarda serata, concedendo l’esercizio provvisorio condizionato al pagamento delle mensilità in arretrato in scadenza domani venerdì 16 marzo. L’udienza si è tenuta questa mattina ed ha preso in esame le tre istanze di fallimento presentate da altrettante ditte. A chiedere l’esercizio provvisorio l’azionariato popolare ‘Orgoglio amaranto’ che deteneva la minoranza del pacchetto societario: la maggioranza era in mano al consorzio romano Neos. L’esercizio provvisorio, che scatterà automaticamente dopo il pagamento delle mensilità, sarà gestito dal curatore nominato contestualmente.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi