CASO ROCCHETTA SPA: TROIANI-CIPRINI (M5S): “IL MINISTERO DELL’AMBIENTE AGGIRA IL PROBLEMA DELLE CONCESSIONI FACILI

ALLA MULTINAZIONALE SOLO ATTIVITA’ DI CONTROLLO”

Perugia – La corsa all’oro blu è un affare mondiale da 80 miliardi di dollari e, solo in Italia, di circa tre miliardi di dollari. Nel nostro piccolo anche l’Umbria, con l’affaire Rocchetta Spa, non poteva essere da meno. Alcuni mesi fa è stata depositata un’interrogazione parlamentare, a prima firma della deputata del M5S Tiziana Ciprini, relativa alla richiesta di ulteriori emungimenti idrici da parte di Rocchetta SpA e alla salvaguardia idrogeologica dell’area di Gualdo Tadino. Ad oggi, la risposta da parte della Commissione Ambiente non è soddisfacente, come sottolineano Stefania Troiani, consigliere comunale gualdese e la parlamentare Ciprini: “Il piano industriale da 30,5 milioni di euro prevede la proroga della concessione all’azienda per lo sfruttamento dell’acqua per ulteriori 25 anni e un incremento dei prelievi pari a 40 litri al secondo annui, a fronte dell’attuale attingimento pari a 15 litri al secondo – spiegano le portavoce pentastellate. Dalla risposta del ministro emergono due gravi criticità. Anzitutto, lo studio idrogeologico del bacino è previsto solo dopo aver concesso già un prelievo di acqua che in totale sarà quasi il doppio di quello attualmente emunto. Inoltre, il progetto “Oasi Rocchetta”, tanto sbandierato e promesso ai cittadini come ‘ricompensa’, dovrà essere sottoposto a Valutazione di Incidenza, quindi non vi è certezza della sua reale fattibilità, visto che si trova in un’area dichiarata di importanza comunitaria con ristrettissimi vincoli ambientali. L’acqua, però, intanto è stata concessa ugualmente e la popolazione rischia di perdere la fruibilità del luogo delle sorgenti. Per ciò che concerne i timori circa l’attivazione del prelievo di acqua dal nuovo pozzo R6 denominato ‘Serrasanta’, che porterebbe ad un ulteriore depauperamento della falda acquifera, il ministero dell’Ambiente si limita a rispondere che non sono ancora attivi emungimenti e continuerà a svolgere le attività di monitoraggio e controllo su Rocchetta Spa – affermano le portavoce. Il fatto che il ministro concluda dicendo che vigilerà non ci rassicura affatto, viste le premesse!”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi