CCNL Edili Artigiani, grave la posizione delle imprese

“Pretestuosa e irresponsabile”: i sindacati di categoria FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil bollano così la posizione delle organizzazioni delle imprese artigiane, che ieri hanno interrotto le trattative per il rinnovo del contratto, scaduto da oltre due anni. “La motivazione addotta dagli artigiani – spiegano i sindacati – è che non intendono dare seguito ai contenuti del contratto dell’industria, rinnovato il 18 luglio scorso, che prevede l’applicazione a tutte le imprese iscritte alle Casse edili indipendentemente dal contratto applicato ai propri dipendenti. Si tratta di una motivazione che non sta in piedi, perché è una situazione già presente in passato e che serve a distogliere l’attenzione dai veri problemi: la regolarità contributiva, il dumping contrattuale, la reale volontà di rinnovare il contratto. Gli artigiani, inoltre, si sono sempre dimostrati contrari a fare un percorso contrattuale insieme all’Ance e alle cooperative, come sarebbe giusto, e non hanno mai nascosto la volontà di firmare dopo l’Ance. Per tutti questi motivi ci appelliamo al buonsenso delle organizzazioni artigiane – concludono Feneal, Filca, Fillea – e chiediamo l’immediata ripresa delle trattative, per arrivare in tempi brevissimi alla firma di un contratto atteso da centinaia di migliaia di lavoratori”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi