Ceccarelli replica a Menesini: “Incontro tutti i sindaci e ho sempre incontrato anche lui”

FIRENZE – “Fatico a comprendere le ragioni dello sfogo del sindaco di Capannori, Menesini. Non so quale sia il suo metodo di governo, ma il mio è certamente coerente e trasparente. Incontro tutti i giorni i sindaci di tutti i partiti e di tutte le provenienze politiche e cerco di farmi interprete delle loro aspettative e delle loro richieste, nei limiti del possibile, come il sindaco Menesini ben sa, visto che non di rado mi è capitato di affrontare con lui questioni che riguardano il suo Comune”.
Lo afferma l’assessore ad Infrastrutture, mobilità, urbanistica e politiche abitative della Regione Toscana, Vincenzo Ceccarelli, in merito alle esternazioni del sindaco di Capannori e presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, che secondo quanto riporta la stampa locale lamenta di non essere stato invitato ad una riunione.

“Le ultime questioni affrontate assieme sono quelle che attengono al raddoppio ferroviario e all’aeroporto. In questo caso non ho fatto altro che accogliere la richiesta che mi era stata fatta dal presidente della commissione Infrastrutture del Consiglio regionale e dal sindaco di Lucca, al fine di avere un aggiornamento sulla progettazione in corso, che avrebbe dovuto essere terminata per luglio, in relazione ai cosiddetti assi viari di Lucca. Di questo si è trattato. Un incontro puramente informativo nel quale non si sono prese decisioni e non si è modificato niente di quanto già deciso in precedenza”.
L’assessore Ceccarelli, inoltre, precisa: “Del resto il sindaco Menesini, a quanto mi risulta, aveva già provveduto in proprio ad incontrare l’Anas e quindi non aveva alcuna necessità di essere aggiornato. Per quanto riguarda le domande che il sindaco manda a mezzo stampa, la risposta che dovrà essere data alla comunità lucchese, cittadini e imprese, per un opera da troppo tempo attesa, dovrà essere data da tutti i soggetti competenti, nell’ambito della Conferenza dei servizi e della verifica di ottemperanza, rispetto alle prescrizioni date nell’ambito della valutazione di impatto ambientale, ognuno per le proprie competenze. Se una prima valutazione rispetto al progetto sarà opportuna, da parte di tutti i soggetti territoriali coinvolti, questo accadrà nel momento in cui, ad ottobre, avremo il progetto definitivo dall’Anas. L’unica domanda per la quale non ho risposta è cosa ci debba entrare il Pd in questa vicenda. Non comprendo le oscure riflessioni del sindaco e me ne scuso”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi