CHAMPAGNAT, DE FERRARI (M5S): “PERSO UN ALTRO PEZZO DI STORIA DELLA CITTÁ”

Genova – Con la chiusura dello Champagnat perdiamo un altro pezzo di storia di questa città, svenduta alle logiche della speculazione urbanistica e della grande distribuzione organizzata. Oggi, ancora più di ieri, esprimiamo il massimo sostegno ai 21 lavoratori della struttura che si ritrovano, dalla sera alla mattina, senza un lavoro e senza nessuna garanzia per il futuro. E ci uniamo agli “Orfani dello Champagnat” che in queste ore hanno chiesto udienza a Papa Francesco per metterlo a conoscenza di quanto sta avvenendo. Qualunque iniziativa in grado di accendere una luce sullo Champagnat va appoggiata e sostenuta. Ognuno è libero di fare le proprie scelte, ci mancherebbe, ma se i maristi hanno deciso di lasciare, garantiscano quantomeno la continuità di servizio del centro sportivo e la ricollocazione di tutti i dipendenti. Lo si deve alla storia di questa palestra, al suo ruolo sportivo, sociale e urbanistico, come argine alla sfrenata corsa a nuovi insediamenti commerciali che metterebbero ulteriormente in ginocchio i piccoli commercianti locali e il precario equilibrio idrologico della nostra città.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi