«CinemA.Mo.Re.»: pronto il “ciak” per l’edizione 2018

Nuove location sul territorio e tematiche accattivanti per scoprire il meglio della rete dei Festival cinematografici del Trentino. E’ stata presentata oggi a Trento nell’ambito della piattaforma di comunicazione “Cultura Informa” la nona edizione della rassegna «CinemA.Mo.Re.», che mette in rete, fino alla fine di settembre, i tre maggiori Festival internazionali del Trentino. Il calendario delle 21 proiezioni in cartellone è stato illustrato dai coordinatori scientifici della rassegna, Anna Formilan e Tommaso Bonazza. Sono intervenuti all’incontro con i giornalisti Alessandra Cattoi, direttrice della Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico; Andrea Morghen, direttore di Religion Today Film Festival e Rosanna Stedile in rappresentanza di Trento Film Festival.

Nell’organizzazione di «CinemA.Mo.Re.», che ha avuto una partecipata anticipazione durante le Feste Vigiliane di Trento, la Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico, il Trento Film Festival e il Religion Today Film Festival uniscono forze e competenze per offrire al pubblico una selezione dei migliori documentari della propria programmazione da proporre in diverse località del territorio provinciale. Il coordinamento, promosso dall’Assessorato alla Cultura della Provincia Autonoma di Trento, ha come scopo la valorizzazione, attraverso la rassegna, della qualità e della varietà tematica dei materiali cinematografici degli archivi dei tre festival, per far conoscere film e linguaggi originali e innovativi, spesso lontani dai circuiti commerciali o dalle programmazioni della televisione generalista. Lo schermo cinematografico diventa in questo modo trait d’union di temi e luoghi, ma anche di istituzioni, musei, biblioteche e associazioni del territorio, che si mettono in rete con il coordinamento di CinemA.Mo.Re. per aprire insieme, attraverso la macchina da presa, uno sguardo attento e consapevole sul mondo.

Conferme e novità si alternano nel tour estivo 2018: oltre al rinnovo delle collaborazioni ormai consolidate con la biblioteca di Lavarone, con i Comuni di Trento, Madruzzo, Arco, Pomarolo e con il Museo delle Palafitte di Fiavè, sono previste nuove tappe nei comuni di Sfruz, Altopiano della Vigolana (Vigolo Vattaro) e Brentonico.

Ricchi i filoni nel palinsesto 2018 individuati da Tommaso Bonazza e Anna Formilan, che colgono interessanti unità tematiche ripercorrendo gli archivi e i differenti ambiti e macro-temi che contraddistinguono singolarmente i tre Festival (Archeologia, Montagna, Religioni) e le diverse sensibilità e visioni dei documentaristi da tutto il mondo. In questa nona edizione, si parlerà di “Migrazione” a Lavarone, di “Cammino” a Lagolo, di “Mestieri” a Fiavé, di “Storie e Storia” a Sfruz, di “Avventure” a Vigolo Vattaro, di “Sfide” ad Arco, di “Donne al Bivio” a Pomarolo e di “Legami” a Brentonico.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi