CODACONS: FUORI I NOMI DI CHI HA SPECULATO SU POPOLARI, PRESENTATA DIFFIDA URGENTE A CONSOB

ASSOCIAZIONE SI COSTITUISCE PARTE OFFESA NELL’INCHIESTA

Roma – Il Codacons vuole sapere i nomi dei soggetti che hanno speculato sul provvedimento dl Governo relativo alle banche popolari. In tal senso l’associazione dei consumatori presenta oggi una diffida urgente alla Consob affinché diffonda l’elenco ufficiale di società e soggetti che hanno ottenuto plusvalenze realizzate in Borsa a seguito del decreto governativo. “I cittadini hanno diritto di sapere chi sono questi “furbetti della Borsa” e quanto hanno guadagnato grazie alle banche popolari – afferma il presidente Carlo Rienzi – E’ inaccettabile che mentre migliaia di risparmiatori sono stati letteralmente rovinati dai provvedimenti del Governo Renzi sulle banche, pochi fortunati si siano al contrario arricchiti, attraverso comportamenti illeciti come l’insider trading”. Il Codacons inoltre, che rappresenta in Italia il maggior numero di obbligazionisti e azionisti danneggiati dalle banche, ha deciso di costituirsi parte offesa nell’inchiesta della Procura di Roma, e se emergeranno illeciti avvierà le dovute richieste risarcitorie per conto dei risparmiatori italiani.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi