Conferenza Nazionale sulla scuola. La richiesta nel documento finale dell’Assemblea Nazionale Cisl Scuola

Rilanciare a livello politico un ampio, approfondito e partecipato dibattito sui temi dell’istruzione e della formazione, da portare a sintesi promuovendo una Conferenza Nazionale sulla scuola. Questa la richiesta con cui si chiude il documento finale approvato al termine dei lavori dell’Assemblea Nazionale Cisl Scuola, conclusa oggi a Rimini e che ha impegnato per tre giorni in un intenso confronto tutto il gruppo dirigente dell’organizzazione. Prima delle conclusioni di Maddalena Gissi è intervenuto nel dibattito anche il segretario confederale responsabile del settore lavoro pubblico Ignazio Ganga, che ha sottolineato fra l’altro come i contratti appena rinnovati rappresentino un fondamentale fattore di sostegno all’innovazione e all’ammodernamento di una Pubblica Amministrazione al servizio dei cittadini, fattore essenziale per l’efficacia del sistema Paese.
Il documento conclusivo, approvato all’unanimità, ribadisce il giudizio positivo sulla firma del nuovo contratto, traguardando già il successivo imminente rinnovo, impegna l’organizzazione a sostenere anche con percorsi di formazione l’impegno dei neo eletti nelle RSU, denuncia la situazione di pericoloso isolamento che la scuola sta vivendo, evidenziata anche dai ricorrenti episodi di aggressione al personale scolastico, segnalando la necessità di ricostituire un patto di alleanza tra scuola, famiglie e società.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi