Consulenza brevettuale, GLP vince Le Fonti Awards come studio professionale dell’anno

GLP ha vinto il prestigioso Le Fonti Awards quale Studio Professionale dell’Anno per la consulenza brevettuale. Un riconoscimento che conferma la realtà di Udine quale punto di riferimento nel campo della proprietà intellettuale al servizio dell’innovazione e dell’impresa. La cerimonia, che si è svolta nei giorni scorsi a Milano nella cornice di Palazzo Mezzanotte sede della Borsa Italiana, con il patrocinio della Commissione Europea, ha visto la premiazione delle eccellenze legali italiane. Allo studio GLP è stato assegnato il premio “per l’applicazione delle migliori strategie nell’ambito della proprietà intellettuale e l’affiancamento della clientela in percorsi personalizzati, volti alla tutela di marchi e brevetti”, recitano le motivazioni del premio. “Per la sua affermazione in Europa, Stati Uniti e Asia e per essere un partner affidabile con competenze multidisciplinari”.

«Questo premio è per noi motivo di grande soddisfazione; è il riconoscimento della nostra professionalità, nonché uno stimolo a raggiungere traguardi sempre più importanti. Ringraziamo tutti i nostri clienti: il merito di questo premio va anche a loro», commentano i fratelli Davide e Daniele Petraz, co-managing partner di GLP che hanno ritirato il premio insieme con i collaboratori consulenti per la proprietà intellettuale Laura van der Heide, Carmela Barilà e Arianna Dalla Longa. Studio sedi a Milano, Bologna, Perugia, San Marino e Zurigo, più di 70 dipendenti, oltre 7mila clienti e più di 100mila casi trattati, GLP è una realtà in costante crescita che ha fatto dell’innovazione il proprio modo di agire. «Sosteniamo l’innovazione in tutte le sue forme», spiegano i fratelli Petraz. «L’innovazione deve essere parte integrante del percorso formativo dei giovani, non tanto come materia di studio, quanto come mentalità improntata verso il futuro. L’innovazione deve essere anche il motore guida delle aziende perché è solamente innovandosi costantemente che si può guardare al futuro in un’ottica di crescita e sviluppo».

Del resto, l’Ufficio europeo per la proprietà intellettuale – EUIPO in un suo recente studio ha rilevato che le imprese che registrano più brevetti rappresentano da sole il 42% del Pil UE. Queste industrie generano inoltre un avanzo commerciale di circa 96 miliardi di euro con il resto del mondo, versando ai propri lavoratori salari più alti del 46% rispetto alla media. «La tutela dell’innovazione è quindi un valore aggiunto – aggiungono i fratelli Petraz -. Mettendo in risalto le eccellenze, il premio Le Fonti Awards ha posto al centro di tutto la consulenza, ovvero la capacità di essere interpreti delle esigenze delle aziende in un mercato che ormai non ha più confini. Per costruire il futuro non basta erogare un servizio, ma condividere un progetto, una visione strategica. Ed è questo che GLP fa e che Le Fonti Awards ha colto grazie anche alla sua dimensione internazionale». Infatti Le Fonti Awards – che oltre a Milano si svolge a New York, Londra, Hong Kong, Singapore e Dubai – fa parte dei premi internazionali IAIR Awards, uno dei principali riconoscimenti mondiali per l’innovazione e la leadership, e ha lo scopo di individuare e selezionare le eccellenze del settore professionale, finanziario e industriale.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi