“Corbetta…abbiamo un problema”

Corbetta volta pagina, ma non è quella che ci piace.
Con la vittoria di Marco Ballarini a cui, seppur in completa antitesi politica, facciamo i complimenti e al quale auguriamo buon lavoro, ci siamo ritrovati dentro una realtà ben diversa da quella che auspicavamo.
Sinistra per Corbetta ritiene che il risultato elettorale delle Comunali 2016 di Corbetta , già in parte delineato al primo turno e che ha visto un centrodestra litigioso e spaccato ma comunque vincente, aggravi le responsabilità del Partito Democratico che, con le scelte attuate, perde voti a sinistra e non acquisisce nuovo consenso né al centro né a destra. 
La scelta del PD corbettese, di allearsi con la lista del “Gabbiano” che includeva persone di centrodestra in sintonia con la discutibile linea politica del PD nazionale, ha prodotto una seria sconfitta per entrambe le forze politiche. Rispetto alle comunali del 2011, il PD ha perso al primo turno oltre 800 voti (più di 1/3 del proprio elettorato) mentre “il Gabbiano”, seppur con altra denominazione, ha visto crollare da 1700 a meno di 500 voti il proprio bacino elettorale. I corbettesi hanno respinto con decisione la proposta al mittente, sia al primo turno elettorale che al ballottaggio.
 Va da sé che quanto è accaduto a Corbetta è in totale controtendenza con le scelte fatte in tutta la Lombardia dove, dal 2012 al 2016, il centrosinistra unito (PD,Sel,Si,Idv, liste civiche) oltre alla riconferma di Milano ha vinto ovunque, sia nei comuni capoluogo con amministrazioni di centrodestra (Monza, Pavia, Brescia, Bergamo, Cremona), sia nei nelle attuali elezioni locali , come accaduto a Pioltello, Rho, Arcore, Desio , Caronno Pertusella.
 E’ quindi lecito chiedersi se questa posizione autoreferenziale e di rottura del centrosinistra sia nata dall’onda lunga del 40% ottenuto alle Europee o se la dirigenza del PD di Corbetta si sia dimenticata di parlare con i cittadini, in contrapposizione con quanto richiesto più volte dalla sinistra negli ultimi due anni.
Ma come tutti sanno, la risposta è stata un rifiuto senza confronto e questa scelta si è rivelata perdente per tutte le forze democratiche e progressiste locali.
Quanto avvenuto per noi, di Sinistra per Corbetta ha, anche in prospettiva, un unico significato : dove il centrosinistra è promotore di politiche sociali ampie e attente alle esigenze dei cittadini e del territorio, dove attua politiche partecipative e non esclusive di intere classi sociali, dove è credibile, dove fa scelte coerenti che privilegiano l’interesse pubblico, dove si fa promotrice di istanze diverse, dove fa tutte queste cose , ebbene il centrosinistra vince !
 Riteniamo pertanto che l’esito di questa tornata elettorale non sia l’anticamera per la solita ed ormai desueta “riflessione politica” perché il 53% di consensi ottenuto dalle liste di centrodestra non è intepretabile e richiede un segnale chiaro ed immediato, dove tutti devono trovare il coraggio e l’umiltà di ripensare programmi, alleanze e progetti. Il periodo di opposizione, che si svolgerà dentro e fuori le aule del consiglio comunale e delle commissioni, necessita dell’apertura alle istanze del territorio, facendo del confronto e della partecipazione il vero motore del cambiamento. Forse, e precisiamo forse, il tempo dell’uomo solo al comando è tramontato.
Infine è doveroso spendere due considerazioni sulla lista “Sinistra per Corbetta” , lista che è scesa in campo solo a fine Febbraio 2016 ,quando il PD ha comunicato la decisione unilaterale di sottoscrivere un’alleanza in direzione opposta alla ex coalizione di “Uniti per Corbetta”. Preso atto di quanto accaduto, un gruppo di compagni dello stesso PD, di Sel, di Rifondazione Comunista, di persone, giovani e meno giovani di sinistra , molti dei quali alla loro prima esperienza politica, si sono organizzati, autofinanziati, hanno discusso, preparato liste, candidati, programmi , presidiato il territorio, distribuito volantini,organizzato con entusiasmo la campagna elettorale. La lista, di fatto, ha conseguito in così poco tempo, un risultato elettorale incoraggiante, inferiore di “un soffio” rispetto ad altre liste presenti da più di un decennio e offrendo ai cittadini una sponda politica seria e credibile.
Sinistra per Corbetta riparte proprio da qui, dai cittadini e dal bene comune per Corbetta, con attenzione particolare alla difesa delle categorie sociali più deboli e vittime della incessante crisi economica, senza dimenticare il contrasto alle politiche liberiste nazionali e locali che privilegiano il mercato e la finanza. Dal nostro panorama non mancheranno certo i temi politici nazionali, a partire dalla immediata organizzazione dei “Comitati per il NO” al Referendum costituzionale di Ottobre 2016 , dando inoltre voce in futuro a tutte le istanze per la costruzione di un polo progressista e di una sinistra popolare e di governo.
Noi ci siamo.
Sinistra per Corbetta
 



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi