DIFESA DEL SUOLO, AL TAVOLO DELLE REGIONI ACCOLTE LE PROPOSTE DEL VENETO

L’ASSESSORE ALL’AMBIENTE: ‘’REGIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE E AUMENTO DELL’INDICE RELATIVO ALLE FRANE, UN IMPORTANTE PASSO PER UNA MAGGIOR TUTELA DEL TERRITORIO’’

Venezia – Nelle ultime riunioni della Commissione Ambiente ed Energia della Conferenza delle Regioni sono state inserite nello schema di Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) in materia di progettazione degli interventi contro il dissesto idrogeologico alcuni parametri fortemente richiesti dal Veneto. “Un’importante sottolineatura delle reali necessità delle Regioni – evidenzia l’assessore veneto all’ambiente e alla difesa del suolo – al fine di una gestione collegata direttamente alle zone colpite da episodi calamitosi e meno basata su parametri standard che spesso collidono con le effettive esigenze del territorio. Le risorse, infatti, su nostra proposta sono state allocate su base regionale; inoltre, per quanto riguarda le frane, a questo fenomeno che in Veneto coinvolge oltre seimila siti è stato riconosciuto un coefficiente moltiplicativo pari a 2,10 rispetto all’unità assegnata agli interventi di difesa idraulica”. “Ovviamente per essere definitive – conclude l’assessore – queste positive scelte dovranno essere confermate dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ma, vista la concorde posizione delle Regioni, confidiamo che da parte del governo non vi sia l’ennesimo strappo in senso romanocentrico”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi