DIRITTI AL CUORE

DIRITTI AL CUORE
manifestazione contro omofobia razzismo sessismo
Sassari 18 Giugno 2016
Sabato 18 Giugno, l’arcobaleno di Diritti al Cuore, manifestazione contro omofobia, razzismo e sessismo, attraverserà la città nel corteo conclusivo di una intensa settimana di iniziative.
Inizieremo martedì 14 Giugno ore 17:00, alla sala Angioy della Provincia di Sassari con il dibattito: “Vera accoglienza? L’accoglienza migranti nel Nord Sardegna: spunti e riflessioni” con Fulvio VASSALLO PALEOLOGO, Stefano MANNIRONI, Sabrina MURA, Cristina MOLFETTA, un/una rappresentante della PREFETTURA di SASSARI e Mahamoud ISRISSA BUONE. Un incontro per analizzare il perchè della continua emergenza di un fenomeno che certo non si può considerare passeggero e lo strano business che si è creato sull’accoglienza, il perchè di una comunicazione, anche da parte delle Prefetture, incentrata sull’allarmismo anziché sulla pacificazione sociale e, soprattutto, il perchè della totale assenza di progetti di “interazione” e convivenza. Mercoledì 15 Giugno, sempre alle ore 17:00 alla sala Angioy, il dibattito “Omofobia e sessismo, una questione di gender”, con Francesco PIVETTA, Patrizia PATRIZI, Silvia DE SIMONE, Federico ZAPPINO e Maria Francesca CHIAPPE. L’incontro analizzerà la confusione scaturita dalle martellanti campagne anti gender, contro i diritti di gay, lesbiche e trans, contro i progetti di contrasto agli stereotipi ed alla violenza di genere, al bullismo ed all’omofobia. Da Diritti al Cuore un appello alla partecipazione ai vari movimenti antigay che hanno manifestato negli ultimi anni “La differenza tra ignoranza e demagogia sta nella consapevolezza e nell’intenzionalità. Vogliamo credere che le e i vari esponenti dei gruppi “antigender” e antigay, vorranno partecipare al dibattito, al quale li invitiamo formalmente, per esprimere le loro idee: noi non censuriamo, contrariamente a quanto fatto da loro nei loro incontri. Il rifiuto del confronto presupporrebbe una malafede e quindi una dimensione di odio omofobico e sessista che sarebbe squalificante persino per un movimento integralista e inaccettabile per un consigliere regionale. Speriamo vivamente che i nostri oppositori accettino quel confronto che rifiutano da anni”.
Giovedì 16 Giugno, dalle ore 21:00 in largo Ittiri, sarà invece la volta di “Diritti al cabaret”, spettacolo di drag queen, performance teatrali e musica.
Diritti al Cuore nasce nel 2009 come manifestazione contro l’omofobia e tutte le discriminazioni, “Liberi tutti, libere tutte”, su spinta del Movimento Omosessuale Sardo ma, già dal 2011, diventa patrimonio di un coordinamento di associazioni e, dal 2013, aggiunge l’acronimo DOC al nome per quello che è il motto stesso dell’evento e che ne riassume il senso: Diritti, Orgoglio, Cittadinanza.
La manifestazione rappresenta l’incontro dei tre grandi movimenti di liberazione e rivendicazione dei diritti e della piena uguaglianza: il movimento LGBTQ (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transgender, Queer), il movimento delle donne e quello antirazzista.
Negli anni Diritti al Cuore è diventato un importante appuntamento con tutte le questioni riguardanti i diritti delle persone gay, lesbiche e trans, le migrazioni, l’accoglienza dei profughi e il riconoscimento della cittadinanza, l’uguaglianza sostanziale delle donne e la lotta al sessismo ed agli stereotipi di genere così come a tutte le forme di discriminazione come omofobia e razzismo.
Ma è anche un coordinamento che si incontra e organizza iniziative in città durante tutto l’anno, come il flash mob contro la violenza sulle donne dello scorso Novembre o la manifestazione a sostegno delle Unioni Civili in piazza d’Italia il 23 Gennaio.
Il percorso di Diritti al Cuore prevede seminari, dibattiti, iniziative pubbliche, spettacoli ecc nei mesi di Maggio e Giugno, caratterizzati dalla giornata contro l’omofobia (17 Maggio) e la giornata dell’orgoglio di Gay, Lesbiche e Trans (28 Giugno), che rappresentano il primo la lotta alla discriminazione, all’ignoranza e al pregiudizio e, il secondo, il ritrovato orgoglio di sé, di quello che siamo, delle nostre differenze. Per questo la conclusione di Diritti al Cuore prevede una parata per le vie della città, che è insieme un corteo politico di rivendicazione ed un momento di incontro e contaminazione reciproca, di liberazione dalla paura e dalla diffidenza verso l’altro: un festa di piazza per contrapporre la gioia di stare insieme all’odio della discriminazione e del razzismo.
Il tema scelto quest’anno è il contrasto del fondamentalismo e della demagogia politica e religiosa, che generano confusione, paure e odio con campagne terroristiche che puntano alla pancia della gente e ne strumentalizzano i bisogni e le difficoltà.
Le madrine di Diritti al Cuore 2016 saranno le giornaliste Daniela Scano e Maria Francesca Chiappe, capo redattrici della Nuova Sardegna e dell’Unione Sarda. Attente agli avvenimenti e alle evoluzioni sociali, hanno portato all’attenzione del pubblico importanti riflessioni attorno a diversi temi di attualità e, tra questi, certamente i diritti, le donne, la violenza, il genere. Consapevoli dell’importante ruolo ricoperto dai media, lavorano per sensibilizzare le redazioni all’utilizzo del linguaggio di genere e per smantellare le architetture del linguaggio che alimentano gli stereotipi nei confronti di ogni e qualsiasi persona. Attraverso di loro abbiamo capito che qualcosa poteva cambiare e che, anzi, cominciava a farlo. Per queste ragioni abbiamo timidamente chiesto loro di sostenerci e di accompagnarci il 18 giugno: hanno accettato senza esitazioni e saranno con noi al corteo e sul palco di Diritti al Cuore DOC.
Diritti al Cuore DOC ringrazia tutti gli sponsor, che sono 16, e tutti gli altri esercizi commerciali che hanno contribuito per l’edizione di quest’anno. Per l’elenco completo vedi www.dirittialcuore.org
Il coordinamento di Diritti al Cuore è composto da: Acos, Amnesty International, ANPI, Arci Sardegna, ASCE, ass. Franco Mura Onlus, ass. Italia-Cuba, CGIL SS, coordinamento LGBTQ Sardegna Pride, CPO Comune SS, Emergency SS, FLC CGIL SS, IRS, Le Ragazze Terribili, ass. cult. Movimento Omosessuale Sardo, Music & Movie, Nessun Dorma, noiDonne 2005, Officine Musicali SS, Temperalapsus, Theatre en Vol, UDU, Voce Amica, Zoe-Progetto Antispecista SS
Grazia Sini



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi