Distinguersi con originalità, col biglietto da visita

L’arte “del bigliettino” esposta dal 24 giugno al 12 settembre a Palazzo Madama
TORINO – Quaranta, selezionati tra gli oltre duemilacinquecento biglietti da visita realizzati tra Settecento ed Ottocento, saranno esposti da venerdì 24 giugno a lunedì 12 settembre nel Gabinetto Cinese e Piccolo Guardaroba di Palazzo Madama.
Per la prima volta Palazzo Madama espone al pubblico la sua collezione di biglietti da visita, scelti e ordinati da quindici studenti delle scuole secondarie di secondo grado che hanno vinto la partecipazione alla prima Summer School di Palazzo Madama attraverso il concorso Porta, Castello, Residenza e Museo. Raccontami Palazzo Madama promosso dalla Consulta per la Valorizzazione dei Beni artistici e Storici di Torino.
Questa collezione di biglietti da visita è stata in parte acquistata dal libraio Luigi Pregliasco di di Torino nel 1935 ed in parte donata dagli eredi di Henry Litta Prior, uno dei primi studiosi del biglietto da visita e autore di un’importante pubblicazione monografica.
L’esposizione si volge proponendo anche una breve storia sulle origini di questa usanza e biglietti da visita (tra l’altro ancora oggi in uso) di uomini illustri come Ippolito Pindemonte e Massimo d’Azeglio, e traccia un quadro abbastanza significativo del modo di presentarsi al pubblico tramite un semplice e piccolo pezzetto di carta. Oggetto, il biglietto da visita, che racchiude comunque sempre una parte di personalità del suo possessore che ha indirizzato i fabbricanti secondo la sua estrosità, gusto, originalità, senso artistico, necessità… altre sezioni iconografiche sono dedicate alle cornici, alla calligrafia, alle professioni e alle vedute urbane e paesaggistiche, tra cui Venezia, Firenze, Siena e Torino…
La mostra è stata curata dagli studenti Nives Di Pietro, Ludovica Felicioni, Cassia Cristina Ferreira da Silva, Elisa Gambino, Francesca Garelli, Sara Lomi, Federico Mateus Esteves, Sara Musso, Alice Nicastro, Federica Panarelli, Francesca Panuzzo, Andrea Rol, Giuseppe Ron, Lavinia Scotto, Alessia Simonetti.
La Summer School di Palazzo Madama – un tirocinio formativo di nove giorni guidato da Anna La Ferla e Paola Savio, storiche dell’arte del museo, che ha previsto una full immersion nella realtà museale, dove i ragazzi hanno conosciuto le diverse competenze professionali che vi operano – stata svolta con successo dal 13 al 23 giugno 2016:
Il comunicato stampa prosegue precisando: “Altri momenti sono stati condotti da professionisti esterni: un laboratorio creativo con gli artisti torinesi Enrico Partengo e Giulia Gallo; alcuni momenti sono stati dedicati all’orientamento professionale e al project management; alle nuove tecnologie e alla riproducibilità dell’arte con la modellazione 3D di una piccola scultura in bronzo del Seicento.
Il lavoro degli studenti si è anche svolto all’aperto nello spazio verde del Giardino medievale insieme all’agronomo del museo, Edoardo Santoro e ai Senior Civici”.
Orario: Tutti i giorni 11-19, chiuso il martedì. La biglietteria chiude un’ora prima.
Fondazione Torino Musei – Palazzo Madama
Piazza Castello – 10122 Torino
tel. 011 4429618.
Nella foto (tratta dal comunicato stampa) il biglietto da visita del cavaliere Pindemonte.
Franco Cortese  Notizie in un click



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi