Estate e animali. Enpa a Trenitalia: stop ai limiti di taglia

Estate e animali. Enpa a Trenitalia: stop ai limiti di taglia, accesso libero dei cani anche sui pullman sostitutivi

Roma – Eliminare sui pullman sostitutivi di Trenitalia i limiti di taglia per i cani. E’ quanto chiede, anche a seguito di numerose segnalazioni, la presidente nazionale di Enpa, Carla Rocchi, che nei giorni scorsi ha scritto una lettera ai vertici della compagnia ferroviaria.

Negli ultimi anni, Trenitalia e Italo, hanno fatto passi da gigante per quanto riguarda la mobilità con animali. Dopo l’assurdo bando con cui una decina di anni fa i quattro zampe di taglia media e grande venivano “fatti scendere” dai treni ad alta velocità – bando  contestato duramente da Enpa – le due società hanno finalmente riaperto le porte dei loro convogli veloci a tutti i cani e non solo ai più piccoli. In diversi casi, per rendere ancora più comodo e vantaggioso il viaggio delle persone con animali al seguito, sia Italo che Trenitalia hanno previsto importanti incentivi, come – ad esempio – sconti sui biglietti.

Tuttavia, nonostante queste importanti conquiste di civiltà, resta la questione dei limiti a bordo dei pullman che erogano il servizio sostitutivo su diversi collegamenti, regionali e interregionali. Tratte particolarmente svantaggiate, che ai proprietari di animali offrono ben poche alternative di viaggio. E’ il caso, ad esempio, della linea Potenza-Foggia, cui si riferiscono peraltro numerose delle segnalazioni ricevute da Enpa. Orario alla mano (www.trenitalia.com), su questa tratta la situazione  è paradossale perché non esiste un collegamento ferroviario ma solo un servizio sostitutivo, precluso ai cani medio-grandi. Pertanto, chi dal capoluogo lucano volesse raggiungere la città pugliese insieme al proprio amico sarebbe costretto ad inventarsi qualche soluzione fantasiosa. Ad arrangiarsi insomma.

Se invece il nostro viaggiatore e il suo “amico” dovessero raggiungere – sempre da Potenza – la città di Pescara (303 chilometri, passando per Foggia, con una media di viaggio pari a 5 ore ), sarebbero costretti a fare un “deviazione” su Taranto (su Foggia sono attivi solo i pullman sostitutivi), per un totale di 552 chilometri e 7 ore di viaggio (coincidenze permettendo).

«A Trenitalia – spiega la presidente nazionale di Enpa – chiediamo di eliminare ogni residuo ostacolo alla libertà di movimento degli italiani e dei loro animali. Sono convinta che con un po’ di buona volontà e di buonsenso sia possibile ammettere a bordo dei pullman sostitutivi anche i cani di taglia media e grande. Le soluzioni, rispettose delle persone come dei quattro zampe, sono a portata di mano. Lo dimostrano gli importanti risultati raggiunti in questi anni nei treni ad alta velocità».

N.B. ricerche effettuate sul sito www.trenitalia.com, ipotizzando come data di viaggio il 7 agosto 2018.

ENPA – ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi