Fabrizio Cicchitto (ReL): M5s, scongiurati trolls russi restano quelli di casa nostra

Non è che devono essere sempre chiamati in causa i trolls russi. Quella volta, dopo la forsennata uscita di Di Maio sull’impeachment nei confronti di Mattarella, è evidente che l’apparato internet del M5S con qualcuno dei suoi strumenti coperti, è scattato per costruire nel Paese il clima mediatico per l’esecuzione del Presidente della Repubblica. Tutto ciò ci dice qual è l’indice di pericolosità di una situazione nella quale c’è un movimento che fa il bello e il cattivo tempo su internet. Oramai il meccanismo internet gestito da professionisti è più efficace di una manifestazione a Piazza San Giovanni. Lo scrive Fabrizio Cicchitto, presidente di Riformismo e Liberta’, ex presidente della commissione affari esteri della Camera



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi