Fantasmi e pittura. Danica Lundy a Milano

Canepaneri, Milano – fino al 6 aprile 2018. Al debutto milanese la giovane Danica Lundy presenta i suoi dipinti intrisi della tradizione americana contemporanea ma anche fortemente personali. Ogni opera è un ritratto del nostro tempo, con tutti i suoi principali difetti

Quello che sorprende nelle opere della giovane canadese residente a New York Danica Lundy (Salt Spring Island, 1991) – al suo debutto a Milano con la galleria Canepaneri – è la capacità di orchestrare in maniera sapiente e armonica i molteplici elementi che compongono la sua pittura. Il colore, la prospettiva, le ombre, le iconografie: tutto è selezionato, calibrato e soppesato per rappresentare al meglio una sensazione di rumorosa solitudine. Una condizione presente in tutte le opere, da quelle più affollate a quelle con una sola figura protagonista. L’abilità dell’artista di delineare una delle principali caratteristiche della contemporaneità senza retorica o facili ammiccamenti, unita a un’innegabile dote pittorica, fa sì che Lundy sia già in grado di trasmettere efficacemente una propria visione attraverso un stile personale ma allo stesso tempo ricco di riferimenti più o meno recenti.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi