Farnesina rinnova il contributo alla storica Missione Archeologica Italiana in Afghanistan

La missione contribuisce alla valorizzazione del patrimonio archeologico afgano                                                              E’ stato rinnovato anche il per il 2018 il contributo della Farnesina alla Missione Archeologica Italiana in Afghanistan, che dal 1957 opera sul territorio afgano. La storica missione è diretta dall’Associazione Internazionale di studi sul Mediterraneo e l’Oriente (ISMEO) e si adopera per la formazione degli archeologi afgani e per la valorizzazione e la conservazione del patrimonio archeologico e artistico del Paese. Grazie ad accordi con l’Archaeology Institute of Afghanistan, la missione, in particolar modo, ha collaborato agli scavi dei siti buddhisti di Tepe Narenj e Qol-e Tut, nella zona di Kabul. Inoltre, grazie alla creazione di un archivio digitale, sono stati divulgati i risultati della missione.                                                                                                                           

Christian Flammia                                                    



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi