Fedriga, Parco del mare tassello per sviluppo di Trieste

Trieste – “Il Parco del mare può rappresentare un ulteriore tassello per lo sviluppo turistico ed economico del Friuli Venezia Giulia e, in tale prospettiva, è importante che il progetto venga portato avanti”. È questa la posizione espressa dal governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, nel sito di Porto Lido a Trieste, dove dopo una completa riqualificazione è prevista la realizzazione della struttura. L’argomento è stato oggetto della conferenza stampa organizzata dalla Camera di commercio della Venezia Giulia, alla quale hanno preso parte il presidente camerale Antonio Paoletti e il sindaco del Comune di Trieste, Roberto Dipiazza.

Fedriga ha evidenziato che “la Regione sosterrà sempre iniziative capaci di attrarre investitori privati, incrementare l’occupazione e generare indotto sul territorio. Inoltre, questo intervento consentirà di ridare vita a un’altra area degradata della città”.

Il governatore ha quindi rimarcato che la Regione, la quale ha già stanziato 2 milioni di euro per il Parco del mare, sarà al fianco della Camera di commercio e del Comune nel sostenere il progetto “in modo ancora più deciso e attivo rispetto al passato. Il project financing – ha concluso – è lo strumento migliore per far funzionare questo tipo di iniziative”.

Da un punto di vista tecnico-amministrativo, nel corso dell’anno sono stati svolti tutti gli adempimenti e le formalità urbanistiche per ottenere la variante al piano regolatore comunale per la realizzazione del Parco del mare. La giunta comunale, nella seduta del 19 aprile, ha approvato la modifica della variante del piano regolatore che stabilisce la compatibilità dello strumento urbanistico con il progetto, consentendo così di approdare alla progettazione definitiva.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi