Forse annullata la presentazione a Palermo del libro di Riina junior

Palermo – Il Coisp replica a Orlando: “Ci auguriamo che quando si presenterà un pedofilo per presentare il libro con le sue memorie lui non l’accolga a braccia aperte. Basta ipocrisie, la cultura della mafia non deve trovare alcuno spazio!” “Nessuno impedirà mai la presentazione di alcun libro!… Ma quando a Palermo arriverà il pedofilo per promuovere il libro con le sue memorie di stupri di bambini teso a ‘conoscere la cultura della pedofilia’ speriamo che non verrà accolto a braccia aperte… no signor Sindaco?”. Così Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, replica durissimo alle dichiarazioni del Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, che a proposito del presunto annullamento della presentazione del libro di Salvo Riina in città giorno 18 ha commentato: “Non posso che essere contento se sarà confermato l’annullamento della presentazione del volume di Salvo Riina jr. Nessuno impedirà mai la presentazione di alcun libro, ma certamente faremo di tutto perché nessuno spettacolarizzi, o peggio esalti le gesta criminali di mafiosi e loro accoliti, né tantomeno la loro presunta normalità”. “Quale ipocrisia Signor Sindaco – aggiunge Maccari -! Il libro di Riina cosa crede che sia una raccolta di poesie? Cos’è che voleva dire signor Sindaco? Che nessuno impedirà mai la diffusione della cultura? Bene. Ma della cultura della criminalità no. Non c’è e non ci deve essere alcuno spazio. Non ci può essere alcuna scusante, alcuna falsa giustificazione, alcuna chiacchiera di pari opportunità in proposito. La cultura degli italiani non verrà accresciuta dal racconto di quanto figo ed esaltante sia stato crescere come il figlio di uno dei più pericolosi boss della criminalità organizzata del mondo cui tutto sommato si vuole tanto ma tanto bene. Delle sciocchezze come reputiamo siano state le parole di Orlando non ne possiamo più. I nostri morti ancora chiedono giustizia, le loro famiglie ancora chiedono rispetto, tutti noi ancora chiediamo ulteriore chiarezza. L’Italia intera chiede e pretende che si prendano posizioni chiare e precise di fronte a certe cose. Noi che portiamo la divisa e che per essa e per i cittadini ci facciamo ammazzare senza battere ciglio non possiamo tollerare certi atteggiamenti gravemente e pericolosamente condiscendenti”. “Questo libro non solo non deve essere presentato a Palermo – conclude Maccari -, ma in nessun altro luogo. Dovrebbe essere anzi ritirato dal commercio. Ma se questo dovesse accadere vorremmo che in quello stesso luogo ci fosse sempre qualcuno a protestare tutto lo sdegno della gente perbene ed onesta, magari stringendo in pugno uno striscione che dia a Riina ed anche ad altri un messaggio ben chiaro e che possano comprendere e capire molto bene: arrendetevi, siete circondati!”.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi