Gli “Studi Romantici” nello scalo

Giovane talento esegue brani di Debussy, Ligeti, Rachmaninoff, Chopin, Ghezzi, Brahms e Paganini. Passeggeri incantati.

“Esibirsi in un ‘luogo non luogo’ come l’aeroporto? Credo sia un esperienza unica, sia per chi si esibisce sia per chi ascolta, uno scenario unico. In primis per il viaggiatore, che pur se consapevole di essere in un posto di passaggio e quindi impreparato all’evento, nel momento in cui si intrattiene significa che ne è davvero rimasto particolarmente colpito.” Così all’aeroporto di Fiumicino Federico Nicoletta, il pianista, trentenne, talento dell’Accademia di Santa Cecilia che oggi si è esibito con due concerti, rispettivamente nell’Avancorpo del molo “E” quindi nell’area imbarchi “B”.

Tra applausi, foto e riprese di passeggeri in partenza per destinazioni Extra-Schengen, tra cui anche numerosi turisti stranieri, il pianista, con “Studi Romantici” ha eseguito musiche di Debussy, Ligeti, Rachmaninoff, Chopin, Ghezzi, Brahms e Paganini.

L’evento musicale fa parte del denso programma di appuntamenti musicali di “Santa Cecilia al Volo”, a cura di Aeroporti di Roma in collaborazione con l’Accademia nazionale di Santa Cecilia, con l’obiettivo di consentire ai passeggeri di assistere ad eventi di intrattenimento, durante la permanenza nel maggiore scalo aereo della Capitale.



Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

NotizieInUnClick.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione.
Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata.
Per continuare a navigare questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi